Trapani Sicily Trapani vista da Erice (photo by Myke Bryan - Trapani, Sicily, CC BY 2.0)

Alcune imprese operanti nel porto di Trapani e altri attori di sviluppo locale, tra cui associazioni del territorio che non vi operano direttamente ma ne conoscono e ne sostengono l'utilità come l’Associazione Generale delle Cooperative Italiane - Sicilia, hanno dato vita ad un consorzio denominato Consorzio Portuale Trapanese, con l’obiettivo di promuovere il miglioramento della competitività del sistema portuale, interportuale e logistico del territorio trapanese, con il contestuale innalzamento della sua efficienza e lo sviluppo delle filiere della Blue Economy.
Il Consorzio si propone di essere rete tra tutti  gli operatori, in grado di proporre scelte e determinare indirizzi, attività essenziali per contribuire allo sviluppo del territorio.
Soprattutto in questo momento, vista l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del decreto “Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione delle autorità portuali” che toglie ruolo amministrativo e di gestione del proprio Porto attraverso la realizzazione di un' “Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale” che avrà sede a Palermo, tale unione di intenti, di capacità imprenditoriali e di professionalità è a dir poco necessaria.
A presiedere il CdA è stato chiamato il responsabile di AGCI Agrital Giovanni Basciano assieme ad Ettore Morace AD della Società di navigazione "Ustica Lines Spa",  Francesco Fontana Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società di navigazione "Traghetti delle Isole Spa", Nicolò Busacca Amministratore Unico della Società Egatour Viaggi, Andrea Sardo Amministatore Unico della agenzia raccomandataria marittima "Spedimar snc", Nicola Morfino in rappresentanza della Società di autotrasportatori C.A.T. Consorzio Autotrasportatori Trapanesi coop..
Tutti soggetti coinvolti e che operano nel Porto di Trapani e che spenderanno le proprie energie, a titolo gratuito, al fine di dare una voce al Porto e conseguentemente alla città di Trapani.
L'invito che viene fatto a tutte le imprese che hanno a  cuore il permanere di una rappresentatività nel Porto di Trapani, e che in esso si trovano ad operare, è di aderire al Consorzio al fine di poter essere una voce comune contro quanti vogliono limitarne lo sviluppo.

e-max.it: your social media marketing partner