politiche ue pesca mediterraneo

Agci Agrital rende noto di aver firmato a Venezia, insieme a Federcoopesca, Legacoop Agroalimentare, Federpesca, Coldiretti Impresapesca, Unci Agroalimentare e ad altre organizzazioni europee, un manifesto sul regolamento Ue per la pesca demersale nelle acque del mediterraneo occidentale, che deve essere votato dalla plenaria del parlamento Ue in aprile.

Nel documento le organizzazioni affermano che "la proposta attuale, nonostante il grande lavoro svolto in sede di negoziato, continua ad essere difficilmente recepibile dal settore e a richiedere ulteriori sacrifici nonostante gli sforzi compiuti in questi anni per gestire in maniera più bilanciata lo sforzo di pesca".
Per tale ragione - prosegue il manifesto - i firmatari intendono "continuare ad impegnarsi e a lavorare con le amministrazioni ed il mondo della ricerca per una cogestione sostenibile delle zone di pesca, in modo da garantire un futuro non solo alle risorse ma soprattutto alle imprese e al lavoro".
“Le organizzazioni hanno altresì sottolineato ancora una volta l’assoluta necessità di definire appropriate misure finanziarie per far fronte alle conseguenze sociali ed economiche che deriveranno nei prossimi anni dall’applicazione dell'attuale piano", prosegue il documento, evidenziando che "purtroppo ad oggi tale supporto finanziario manca, sia in questo regolamento che nel nuovo Feamp, tutt’ora all’esame del parlamento europeo e del Consiglio dei ministri Ue".

Leggi il Manifesto

Pesca di Delia IGP, in Gazzetta UE la richiesta. Scilla: “Tassello importante nella strategia di esaltazione delle specificità locali"


Agroalimentare siciliano di eccellenza, la Pesca di Delia verso il riconoscimento del marchio “Indicazione geografica protetta” dell’Unione Europea. “Un risultato gratificante che valorizza ulteriormente una delle produzioni della nostra Isola e che ne sottolinea la ricchezza del territorio. Aggiungiamo un altro tassello importante nella strategia di esaltazione delle specificità locali e dell'identità mediterranea insita nel DNA della nostra regione", così l’assessore regionale all'Agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea, Toni Scilla. La domanda di registrazione della "Pesca di Delia" IGP  è stata pubblicata... Continua

WBO contro le crisi aziendali: accordo tra Agci Confcooperative Legacoop e Cgil Cisl Uil per promuovere i workers buyout

  Centrali cooperative e sindacati insieme per promuovere l’utilizzazione di uno strumento efficace per risolvere crisi aziendali, garantire la conservazione del patrimonio aziendale e del know-how tecnico e produttivo. Il workers buyout è l’acquisizione di un’azienda da parte dei suoi lavoratori organizzati in cooperativa. La prima esperienza del genere in Italia risale al 1978, quando i giornalisti e i tipografi dello storico quotidiano di Livorno “Il Telegrafo” (oggi “Il Tirreno”), acquisirono il giornale. Questa iniziativa ispirò la legge Marcora n. 49/1985 che... Continua

Nuovi assessori regionali Toni Scilla (Agricoltura) e Marco Zambuto (Funzione pubblica), buon lavoro da AGCI Sicilia

  Mini rimpasto al Governo della Regione Siciliana. Avvicendamento di due assessori espressi da Forza Italia nella Giunta Musumeci: Edy Bandiera passa il testimone a Tony Scilla all’Agricoltura, a Bernadette Grasso succede Marco Zambuto alla Funzione pubblica. “Esprimiamo agli assessori uscenti Edy Bandiera e Bernadette Grasso il nostro sincero ringraziamento per il proficuo rapporto improntato all’intenso dialogo istituzionale, che ha consentito in questi anni un costante confronto su politiche programmatiche, criticità e soluzioni”, dichiara Michele Cappadona, presidente regionale dell’Associazione Generale delle Cooperative... Continua