Telimar, Ciccio Lo Cascio

Il Club dell’Addaura, orgoglio del settore sportivo Agci Sicilia, batte in casa gli emiliani 9-6 e punta già alla seconda gara di mercoledì sera.

Davanti al proprio pubblico il TeLiMar, nonostante la pressione, non sbaglia e mette a segno il primo importante tassello per la corsa alla promozione in A1, battendo all’Olimpica di Palermo il President Bologna per 9-6 nella gara 1 delle semifinali play-off del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A2.
Il match si apre con il doppio vantaggio dei padroni di casa, con gli emiliani pronti ad abbassare il ritmo di gioco per venir fuori tra il secondo e il terzo tempo. Poi, la qualità degli uomini allenati da Ivano Quartuccio si fa vedere e il Club dell’Addaura si trova a dover gestire un ultimo parziale sopra di un solo goal. Le forze fresche a disposizione dei due coach sono determinanti negli ultimi otto minuti, con il TeLiMar che chiude bene la prima sfida, trascinato dal suo capitano, Ciccio Lo Cascio. Agli ordini degli arbitri Bensaia e Calabrò, il TeLiMar va in vantaggio a 6’54 con Lo Cascio, servito da Giliberti, per l’1-0. Raddoppia lo stesso capitano che, su uomo in più, non perdona e porta i padroni di casa sul +2 a 1’47. I bolognesi sono, però, in partita e accorciano le distanze con Marciano a 1’05, con il 2-1 che di fatto chiude il primo tempo.

La seconda frazione di gioco vede il TeLiMar provare ad allungare con Migliaccio a 6’07, a cui risponde Baldinelli a 3’59 per il 3-2. Gli emiliani iniziano a venire fuori e, sfruttando la superiorità numerica, agguantano il pareggio con Bruzzone a 2’49.

Dopo l’esibizione delle sincronette di Aquademia Sincro, il match riprende con i ragazzi del Presidente Giliberti che tornano in vasca con l’obiettivo di chiudere al meglio gara 1, costringendo gli avversari a commettere fallo: così, a 6’52 Saric trasforma un rigore fischiato per fallo di Belfiori su Lo Cascio. Il Bologna, però, non ci sta e riporta il risultato in parità con Marciano su uomo in più a 6’10. Batti e ribatti tra le due compagini, con il TeLiMar di nuovo avanti con Migliaccio per il 5-4, raggiunto a 3’14 da Cocchi che, lasciato solo in ripartenza, si ritrova a tu per tu con Lamoglia e la mette dentro per il 5-5. Colpo di reni dei padroni di casa che con un gran goal di Migliaccio a 2’29 chiudono il terzo tempo sopra di una rete.

La stanchezza degli undici a disposizione di Risso si fa sentire e ne approfitta il Club dell’Addaura che a 4’57 si porta sul +2 con Saric che, in un 3 contro 2, tira centralmente battendo Aleksic per il 7-5. Il TeLiMar, trascinato dagli oltre 850 spettatori sugli spalti, allunga ancora con Lo Cascio, su perfetto assist di Migliaccio, a 4’16 per l’8-5. A 3’47 prova a farsi di nuovo sotto il Bologna con un gran tiro dalla distanza di Cocchi, che firma l’8-6. I padroni di casa, però, a questo punto, non devono far altro che gestire il vantaggio contro un avversario che le prova tutte per superare, senza riuscirci, la difesa palermitana. Scoperti, a 9” dal termine, gli emiliani lasciano soli contro il portiere Lo Cascio e Galioto, con il bomber di casa che generosamente regala al numero 3 la rete del definitivo 9-6. Da registrare l’espulsione di Pozzi (President Bologna) nel quarto tempo per limite di falli.

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Partita combattuta, nervosa, con il Bologna che ci ha ingabbiati bene. Siamo, però, sempre stati in vantaggio di uno o due goal. Alla fine, una rosa più ampia e più fresca, così come una maggiore concretizzazione in attacco, ci hanno permesso di chiudere il match con 3 goal di vantaggio. Complimenti al President per la grande prestazione di oggi. Noi, intanto, proseguiamo in questo nostro percorso: partiremo mercoledì per Bologna, dove alle 21 alla piscina Longo dello stadio Dall’Ara cercheremo di fare il colpaccio per chiudere questo girone semifinale a gara 2. Abbiamo le potenzialità per farlo, dobbiamo giocare concentrati, sbagliando meno di oggi. Il gruppo c’è e risponde bene. Sono orgoglioso di questo percorso che ha come obiettivo il ritorno in A1 dopo 14 anni di assenza. Incrociamo le dita!»

Parziali: 2-1; 1-2; 3-2; 3-1. Superiorità: TeLiMar 1/8 + 1 rigore; President Bologna 2/7.

Il Tabellino TeLiMar: 1.Lamoglia, 2.Tuscano, 3.Galioto (1), 4.Di Patti, 5.Messana, 6.Lo Dico, 7.Giliberti, 8.Saric (2, di cui 1 rig.), 9.Lo Cascio (3), 10.Tabbiani, 11.Fabiano, 12.Migliaccio (3), 13.Sansone - Allenatore: Ivano Quartuccio President Bologna: 1.Aleksic, 3.Bruzzone (1), 4.Baldinelli (1), 5.Moscardino, 6.Dello Margio, 7.Marciano (2), 8.Belfiori, 9.Pasotti, 10.Pozzi, 11.Cocchi (2), 13.Bonora – Allenatore: Marco Risso

Arbitri: Paolo Bensaia di Firenze e Massimo Calabrò di Macerata (CE).

Risultati di giornata:
(A) 1^ nord RN CAMOGLI - 4^ sud PESCARA* 10-7
(B) 2^ nord TORINO 81 - 3^ sud LATINA* 10-12
(C) 1^ sud CAMPOLONGO HOSPITAL RN SALERNO - 4^ nord VELA NUOTO ANCONA 14-6
(D) 2^ sud TELIMAR PALERMO - 3^ nord PRESIDENT BOLOGNA 9-6
* posizione determinata dalla differenza reti generale.

Finali playoff promozione: 22 e 26 giugno ed ev. 29 giugno vincente A - vincente D, vincente B - vincente C

Canottieri TeLiMar Palermo, Emanuele Gaetani Liseo in maglia Azzurra conquista due Argenti

Grande soddisfazione in casa Canottieri TeLiMar, società cooperativa che aderisce all’AGCI, con Emanuele Gaetani Liseo che in maglia Azzurra conquista due Argenti nel quattro senza al Memorial Paolo d’Aloja. Arrivata alla sua 35ª edizione, la regata internazionale che si svolge sulle acque del lago di Piediluco, in provincia di Terni, ha visto la Nazionale Italiana guidata dal direttore tecnico Francesco Cattaneo scendere in acqua contro altre nove Nazioni, ma soprattutto testare i talenti del futuro, che si preparano al cambio generazionale... Continua

Isole covid-free per rilanciare il turismo, la beffa delle Regioni del Nord contrarie: “No a privilegiati. Serve equità”

Emblematico il veto dei governatori Settentrionali sulle “isole covid-free”, che conferma ancora una volta l’attivo atteggiamento di prevaricazione verso il Mezzogiorno. Per la ripartenza, la formula è un’amministrazione efficiente e una politica d’investimenti con forti iniezioni di liquidità che annulli ogni disparità economica e sociale nei territori svantaggiati. Polemica sulla proposta di introdurre anche in Italia il modello delle “isole covid-free” adottato dalla Grecia, dove in una settantina di isole è stata disposta la vaccinazione di tutti gli abitanti per potere... Continua

Tirocini d’inclusione sociale nel Distretto Socio-Sanitario di Palermo: online avviso pubblico manifestazione di interesse per accreditamento Enti

L’importo complessivo per ciascun Tirocinio inclusivo, per la durata di sei mesi, sarà di 6.000 mila euro e nulla sarà a carico delle aziende (soggetti Ospitanti). Il Comune  di  Palermo,  capofila  del  Distretto Socio-Sanitario  n. 42, intende procedere all’accreditamento di enti ed imprese profit e no profit,  già  accreditate presso Regione  Siciliana  per  i  servizi  per  il  lavoro,  disponibili  ad  attivare e coordinare tirocini  d'inclusione  sociale, presso enti ospitanti di beneficiari  delle  misure  di  sostegno  alla povertà, così come individuati dal... Continua