logo mipaaf"Un primo segnale positivo da parte della filiera lattiero-casearia, che può rappresentare un passo avanti per aprire la strada a un lavoro condiviso e necessario per rilanciare il settore. Il momento è particolarmente delicato e complesso". Così il coordinatore di Agrinsieme, Dino Scanavino, sull’accordo sottoscritto questa mattina al Mipaaf da organizzazioni agricole e industria lattiera ai fini della definizione di un parametro di riferimento per l’indicizzazione del prezzo del latte.
 
"L’intesa che abbiamo condiviso questa mattina" -spiega Scanavino- "può tradursi in un’opportunità per l’intero settore nel momento in cui il lavoro delle prossime settimane sarà animato da uno spirito costruttivo di tutte le parti sedute al tavolo."
 
"Da parte nostra" -afferma il coordinatore di Agrinsieme- "siamo pronti a mettere in campo quello spirito di squadra e condivisione che ha già caratterizzato tante altre occasioni, nelle quali ci siamo confrontati per raggiungere un accordo sul prezzo del latte. Il settore, già di per sé uno dei più esposti alla volatilità dei mercati, ha inaugurato una fase di ulteriore incertezza dettata dalla fine delle quote produttive e dalla inefficacia di adeguati strumenti di sostegno per gestire la crisi. Fattori di rischio che stanno minando la redditività degli allevatori europei e che lunedì prossimo saranno portati all’attenzione delle istituzioni comunitarie per sollecitare una non più rinviabile strategia di rilancio del settore".

Domicilio digitale (Pec), obbligo di comunicazione per le imprese entro il 1° ottobre 2020

  Per portare a termine il processo di digitalizzazione nei rapporti tra le PA, le imprese ed i professionisti, l’art. 37 del D.L. 76/2020 (Decreto Semplificazioni) prevede l'obbligo per tutte le imprese di comunicare telematicamente al registro imprese il proprio domicilio digitale (già PEC), entro il 1° ottobre 2020. In caso di mancata comunicazione del domicilio digitale al registro imprese, sono previste pesanti sanzioni per i soggetti inadempienti. L’articolo 37 del D.L. n. 76 del 16 luglio 2020 (c.d. “Decreto Semplificazioni”)... Continua

Il "territorio riconoscibile", identità e sviluppo: due giorni di open works promossi dal Gal Tirrenico

“Borghi e monti d’amare: tipico tirrenico siciliano”. Un’iniziativa del Gal Tirrenico promuove, nell’ambito del Psr Sicilia. SSLTP: un sistema di sviluppo integrato per un nuovo brand culturale, turistico e produttivo. Il 17 e 18 settembre 2020, nel territorio del GAL Tirrenico, ad Oliveri il 17 e a Furnari il 18, si terranno gli “Open Works”, due giorni di lavori aperti dedicati al territorio, alla sua riconoscibilità, alla sua identità tipicità, ai beni culturali, in definitiva al “Patrimonio Culturale Tipico Tirrenico Siciliano”... Continua

Decreto Rilancio, confidi 106 ancora più “banche”. In Sicilia, Confeserfidi pronto a erogare direttamente 120 mln alle Pmi

Il "Decreto Rilancio", da poco convertito in legge, trasforma di fatto i 32 confidi 106 vigilati da Banca d’Italia in soggetti "bancari" in grado di erogare ingenti finanziamenti diretti alle imprese. ConfeserFidi è già pronto a mettere a disposizione delle Pmi siciliane e italiane 120 mln di euro sotto forma di finanziamenti diretti o di fidejussioni o di acquisto crediti.Un’importante novità per le Pmi che abbiano bisogno di maggiore attenzione, velocità ed efficienza di risposta al bisogno di liquidità rispetto a... Continua