mareamico 2019

“Problematiche e gestione dell’ambiente marino e della pesca siciliana. Strategie a lungo termine per sostenere una crescita sostenibile nel settore marino costiero”:

è questo il titolo della XXVIII Rassegna del Mare, dal 3 al 6 ottobre 2019 nella Sala Convegni Città del Mare a Terrasini.

La manifestazione è promossa dall’associazione ecologico-scientifica Mareamico con il patrocinio di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Unione Europea, Ministero delle Politiche Agricole, alimentari, forestali e del turismo, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero della Difesa, ENEA, Regione Sicilia, Comune di Terrasini.

La Rassegna del Mare si pone nel solco della precedente (svoltasi lo scorso anno a Cefalù) con l’obiettivo prioritario di affrontare i temi connessi con la Blue Growth e la Blue Economy, accendendo un faro non solo sulle opportunità offerte dal mare, ma anche su rischi e minacce derivanti da un errato sfruttamento della più grande risorsa del pianeta.
Le tradizionali attività economiche, quali: il turismo, la pesca, i traffici marittimi, traggono dal mare un eccezionale fonte di sviluppo, ma, al tempo stesso, rischiano di alterare il delicato equilibrio eco sistemico che lega terra e mare.
L’utilizzo delle aree marine, infatti, è in costante aumento e genera potenziali conflitti e concorrenza per lo spazio marittimo, sia tra utenti diversi, sia tra usi marittimi e la conservazione dell’ambiente marino. Questo sviluppo implementa la domanda di pianificazione dello spazio marino-costiero, uno strumento imprescindibile per un utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse marine nelle attività economiche, al fine di ricreare quella sinergia tra le comunità costiere e i loro mari.

Parteciperanno al dibattito rappresentanti istituzionali regionali, nazionali, europei e dei paesi che si affacciano lungo il bacino del Mediterraneo, oltre a illustri personalità del mondo della ricerca, giornalisti, portavoce di società competenti nei diversi ambiti, esponenti del mondo dell’associazionismo, ecc.
Le risultanze dei lavori saranno compendiate in un report, in cui confluiranno proposte e soluzioni, da inviare ai rappresentanti delle Commissioni competenti, della Camera e del Senato della Repubblica nonché a presidenti e assessori regionali e provinciali.
La XXVIII Rassegna del Mare inizierà i lavori venerdì 4 ottobre alle ore 9.30 con i saluti delle autorità. È prevista la presenza di Roberto Tortoli (presidente di Mareamico), Giosuè Maniaci (sindaco di Terrasini), Gianfranco Miccichè (presidente ARS), Antonio Mazzola (Università di Palermo), Roberto Isidori (comandante Capitaneria di Porto di Palermo), Leonardo Damiani (presidente del comitato scientifico di Mareamico), Stefano Laporta (presidente ISPRA), Mario Baccini (presidente Ente Nazionale per il Microcredito e Oliviero Montanaro (direttore generale del Ministero dell’Ambiente).

Le tavole rotonde, previste sia di mattina sia di pomeriggio, saranno incentrate su: “La pianificazione dello spazio marittimo e i suoi aspetti transfrontalieri”; “Pesca sostenibile e stato della pesca italiana e siciliana” “Prospettive per lo sfruttamento dell’energia pulita dal mare”: “Turismo sostenibile e portualità”; “La pesca ricreativa in Italia”; “L’intrusione salina e i rischi per le risorse idriche sotterranee”.
Nel corso della mattinata di domenica 6 ottobre i coordinatori delle diverse Tavole Rotonde riferiranno ed elaboreranno un documento conclusivo che sarà sottoposto all’attenzione delle autorità politiche al fine di promuovere opportune decisioni legislative.

Giovanni BascianoSabato 5 ottobre alle 9.30 si aprirà la tavola rotonda “Pesca sostenibile e stato della pesca italiana e siciliana”, cui prenderà parte per l'Agci Giovanni Basciano, responsabile Agci Pesca Sicilia.

I Mari e gli Oceani hanno un ruolo rilevante nell’UE, soprattutto grazie ai settori della Navigazione e della Pesca. L’Unione Europea nel 2012 ha pubblicato una comunicazione sul tema della “Crescita Blu “ e l’adozione della Carta di Livorno ha segnato un passo importante per la strategia Marina del Mediterraneo. Mareamico intende affrontare le difficoltà della Pesca nel Mediterraneo e il relativo impatto sull’economia siciliana per discutere circa su diversi temi sensibili:
- La Pesca mediterranea e il ruolo della pesca Siciliana;
- Le specie ittiche pescate e commercializzate;
- Tecniche di pesca tradizionali praticate in Sicilia;
- Le caratteristiche organolettiche delle principali specie ittiche;
- Potenzialità dell’Acquacultura in Sicilia;
- Trasformazioni e commercializzazioni dei prodotti ittici Mediterranei;
- Il pescato nella cucina tradizionale siciliana.

 

Ccnl lavoratori cooperative sociali: le nuove tabelle ministeriali con il costo orario medio

Marina Calderone, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Cooperative sociali. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato, in data 14 giugno 2024, il Decreto n. 30/2024, concernente la determinazione del costo medio orario del lavoro per i lavoratori delle cooperative del settore socio-sanitario-assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo, a seguito di rinnovo del CCNL, con decorrenza dai mesi di febbraio 2024, ottobre 2024, gennaio 2025, settembre 2025, ottobre 2025 e gennaio 2026. Il costo del lavoro è suscettibile di oscillazioni in relazione: a) ad eventuali benefici previsti da... Continua

Siccità, pubblicato bando da 10 milioni per il "voucher foraggi" e per l'albo fornitori

Pubblicato il decreto regionale che dà il via all'assegnazione dei "voucher foraggi" per gli allevatori siciliani e alla formazione di un albo fornitori. Dopo l'approvazione in Commissione Attività produttive dell'Ars si passa adesso alla fase attuativa del provvedimento voluto dal presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, che stanzia 10 milioni di euro per fronteggiare i danni causati al settore dalla carenza idrica.  Il contributo sarà erogato, sino a esaurimento delle risorse, attraverso l’emissione di un “buono” utilizzabile per l'acquisto di foraggi presso fornitori... Continua

Irfis, due bandi per finanziare start-up della filiera del grano e della viticoltura in Sicilia


Viti e grano

Finanziamenti per un importo massimo di 250 mila euro, compreso un eventuale contributo a fondo perduto del 20%. La procedura è a sportello: le istanze verranno valutate in ordine cronologico di presentazione. Una dotazione complessiva di un milione di euro, a valere sul Fondo Sicilia, per finanziare le start-up che realizzano prodotti di grano duro e di grani antichi siciliani o che producono uve da vitigni “reliquia”. L’accesso alle agevolazioni al credito destinate alle imprese attive in questi due ambiti è... Continua