Nino Carlino

 

Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione del Distretto della Pesca e Crescita Blu.

L'imprenditore ittico conserviero di Sciacca, Nino Carlino, è stato eletto Presidente. Carlino da circa un anno a questa parte ha già svolto le funzioni di Presidente del Distretto essendo subentrato nella qualità di vicepresidente al compianto Giovanni Tumbiolo, prematuramente scomparso.
Il nuovo Consiglio di Amministrazione ha eletto Vice Presidente Gaspare Asaro di Mazara del Vallo. “Desidero ringraziare – ha dichiarato Nino Carlino - i componenti del Consiglio di Amministrazione ed anche tutti i soci del Distretto della Pesca per avere riposto su di me piena fiducia. Mi accingo a portare avanti le attività del Distretto con grande spirito di servizio ed umiltà  e con l'obiettivo di contribuire allo sviluppo dell'intera filiera della pesca in Sicilia.”

“Al presidente Nino Carlino e al nuovo consiglio di amministrazione del Distretto della Pesca e Crescita Blu, gli auguri di buon lavoro da parte dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane”, è l’auspicio espresso dal presidente AGCI Sicilia, Michele Cappadona.

Terzo settore Distretto 39 - ASP Palermo: on line manifestazione di interesse per partecipare a Ufficio di Piano e Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale

Tutti i soggetti del Terzo Settore possono manifestare il proprio interesse sino al 25 gennaio 2022 per partecipare all’Ufficio di Piano e alla Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale del Distretto sociosanitario 39, che fa parte dell’ASP 6 di Palermo. 
 Le “Linee guida per la programmazione del Piano di Zona 2021” approvate con D.P. n.574/GAB (GURS n. 33 del 30/07/2021), prevedono che il Comitato dei Sindaci del Distretto 39 che comprende i comuni di Bagheria (capofila) Altavilla Milicia, Casteldaccia, Ficarazzi... Continua

Politiche sociali, Scavone: «Oltre 29 milioni ai Comuni per assistenza verso soggetti in situazione di fragilità» 

Contributi per avviare servizi per la prima infanzia (fascia 0-3 anni), centri di aggregazione per minori nella fascia compresa fra i 4 e i 18 anni, strutture diurne per anziani e persone con limitazioni nell'autonomia o, ancora, consultori familiari e case-famiglia per donne vittime di violenza e in situazione di fragilità. Recuperare edifici pubblici per arricchire i Comuni di servizi per l'infanzia, l'adolescenza e gli anziani, migliorando la qualità della vita e frenando l'esodo dai piccoli centri. È la visione innovativa... Continua

Formazione in azienda, Lagalla: «Altri 14 milioni per la qualificazione professionale di disoccupati e inoccupati». Ammesse anche le imprese a vocazione sociale.

I progetti possano essere congiuntamente proposti dagli enti di formazione professionale e dalle aziende, con l’obiettivo di migliorare la competitività dei processi produttivi aziendali. La partecipazione è estesa ad imprese del terzo settore e nelle attività a vocazione sociale. Particolare attenzione è rivolta alle imprese del settore agroalimentare, manifatturiero, artigianale, edilizio, delle tecnologie dell’informazione e comunicazione, del turismo e dei beni culturali. La nuova edizione dell’Avviso 33, iniziativa promossa dall’assessorato all’Istruzione e Formazione professionale della Regione, finanzia, con 14 milioni di euro... Continua