Telimar, Del Basso

Era obbligatorio vincere: missione compiuta oggi per il TeLiMar che, nella ottava giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto di Serie A1, torna alla vittoria nella massima categoria dopo 14 anni.

All’Olimpica di Palermo i padroni di casa si impongono sulla Canottieri Napoli per 15-8, regalando i 3 punti al proprio pubblico che come sempre ha gremito la tribuna, sostenendo la squadra anche in questo difficile avvio di stagione.

Il Club dell’Addaura è bravo a scavare il solco nei primi due tempi, poi – complici le pesanti assenze dello squalificato Di Costanzo e dell’infortunato Baldi per gli uomini di Andrè – lancia l’affondo finale nel quarto tempo, sfruttando la freschezza e l’esperienza di tutti i ragazzi a disposizione di coach Quartuccio.

Pronti, via: il TeLiMar sfrutta l’uomo in più facendo girare bene palla. Draskovic, invece di forzare il tiro, scarica su Maddaluno che al volo da posizione 1 la mette sul primo palo: 1-0 a 5’10 dal termine del primo tempo. Rispondono i giallorossi in due contro uno con Halaijan in superiorità: a 4’14, partita viva sull’1-1. A 2’40 è Saric con una splendida palomba a beffare Vassallo, portando i padroni di casa di nuovo in vantaggio, ma gli uomini di Andrè ribattono subito con il pronto Halaijan che da posizione 5 segna la rete del 2-2 a 2’20. Le reali forze in vasca si iniziano a vedere nel finale del primo quarto, con il grande ex di giornata, Mario Del Basso che in più dal centro tira all’incrocio dei pali per il 3-2 quando manca 1’34. Prima della pausa, c’è spazio per una bella azione in controfuga di Draskovic che a 7” chiude il primo parziale sul 4-2.

In avvio del secondo tempo, Del Basso sceglie la soluzione più difficile servendo Zammit sotto porta. Il mancino maltese è fulmineo e buca la rete per il 5-2 a 7’15. Il TeLiMar si porta sul +4 con Migliaccio che di furbizia recupera palla a centro vasca e serve subito Del Basso che guadagna l’uomo in più e in controfuga uno contro zero segna il goal del 6-2 a 6’05. A 5’20 provano a farsi vedere i napoletani con Confuorto che in superiorità accorcia le distanze sul 6-3, ma i ragazzi guidati da Quartuccio restano concentrati e sfruttano appieno la potenza esplosiva di Saric che, non ostacolato, firma la rete del 7-3 a 3’03. Halaijan su uomo in più porta la Canottieri Napoli sul 7-4 a 1’38. I ragazzi capitanati da Esposito tentano il tutto per tutto per riavvicinarsi nel finale, ma fanno male i conti con il cronometro e l’estremo difensore Vassallo per partecipare all’azione offensiva dei suoi lascia sguarnita la porta. È lui stesso a tirare: la palla finisce fuori quando manca un secondo e mezzo alla sirena. Vassallo finisce nel pozzetto, facendosi espellere nel disperato tentativo di fermare il TeLiMar, che è rapido a rimettere subito in gioco e con Occhione chiude il secondo parziale sull’8-4.  

La seconda metà del match si apre con i campani che danno fondo a tutte le loro energie residue, riuscendo a ridurre il gap: una bella girata di Borrelli allo scadere dell’uomo in più a 6’43 e un pregevole diagonale all’angolino basso in superiorità da parte del migliore dei suoi, Halaijan, a 4’42, portano il risultato sull’8-6. È solo una leggera flessione per il TeLiMar che continua a gestire bene l’incontro: Galioto dal centro a 1’58 e un tiro di Migliaccio sporcato da un difensore avversario a 33” permettono ai padroni di casa di chiudere agevolmente sul 10-6 il terzo tempo.

L’ultimo scampolo della partita vede il giusto riconoscimento anche per il capitano TeLiMar, Ciccio Lo Cascio, che firma l’11-6 a 6’57 su uomo in più. Saric allunga sul 12-6 con un siluro da posizione 4 a 6’16. Si fanno vedere timidamente gli ospiti con Borrelli in più per il 12-7 a 5’44, ma i palermitani completano l’affondo in tre atti. Prima, con una rapida azione di Zammit, che è bravo a dribblare i suoi marcatori, servendo il libero Maddaluno che da posizione 1 a 5’18  vede al centro Lo Cascio stranamente lasciato solo: da lì il bomber di casa TeLiMar non perdona. Poi, con Draskovic su bell’assist di Giliberti a 4’37 e, infine, con Migliaccio a 2’48 scavano il solco sul 15-7. I ragazzi del Presidente Giliberti dosano le forze sul finale, con il risultato che si aggiorna definitivamente con Esposito che a 1’25, lasciato solo contro Washburn, segna il 15-8.
Uscito per limite di falli Galioto (TeLiMar) nel quarto tempo.

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Vittoria meritata, che ci consente di iniziare a risalire la classifica. Risultato mai in discussione con una nostra difesa discretamente attenta ed il nostro potenziale offensivo che inizia a venir fuori. La Canottieri era però incompleta, assenti Di Costanzo e Baldi, ed i ritmi del match sono stati molto blandi con schemi abbastanza scontati. Se non faremo presto ulteriori consistenti miglioramenti, con squadre complete ed attrezzate avremo vita veramente dura. I tre punti ci danno morale, ora abbiamo una trasferta infrasettimanale impossibile a Brescia, che sarà una importante preparazione per il match caldissimo che giocheremo di nuovo qui in casa sabato prossimo e dove in ballo ci saranno 6 punti, trattandosi di una diretta concorrente per la salvezza; dovremo, quindi, dare l'anima».

Parziali: 4-2; 4-2; 2-2; 5-2.
Superiorità: TeLiMar 5/7; CC Napoli 6/12.

Il Tabellino
TeLiMar: 1.Washburn, 2.Del Basso (2), 3.Galioto (1), 4.Di Patti, 5.Occhione (1), 6.Zammit (1), 7.Giliberti, 8.Saric (3), 9.Lo Cascio (2), 10.Maddaluno (1), 11.Draskovic (2), 12.Migliaccio (2), 13.Sansone  -  Allenatore: Ivano Quartuccio
CC Napoli: 1.Altomare, 2.Zizza, 3.Orlando, 4.Travaglini, 5.Confuorto (1), 6.Cerchiara, 7.Massa, 8.Patterson, 9.Halaijan (4), 10.Mutariello, 11.Borrelli (2), 12.Esposito (1), 13.Vassallo – Allenatore: Christian Andrè

Arbitri: Fabio Ricciotti di Roma e Stefano Pinato di Nervi (GE) - Delegato: Giovanni Del Bosco, di Palermo

Florovivaismo, Governo dà via libera a produzione e commercio. 3000 aziende in Sicilia chiedono ora sostegno per superare la crisi

  AGCI Sicilia si unisce all’apprezzamento del coordinamento nazionale Agrinsieme, che riunisce Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri, e le cooperative agroalimentari di Agci, Confcooperative, Legacoop, per il chiarimento relativo al florovivaismo arrivato da Palazzo Chigi, che sblocca le attività del settore. Soddisfazione per il provvedimento, un risultato positivo e concreto, che non basta comunque ad eliminare il timore che possa, da solo, risolvere la grave difficoltà economica delle aziende. I cittadini costretti a casa non comprano e occorrono per tutti i settori in crisi interventi... Continua

Proroga mutui Irfis Finsicilia: i moduli di richiesta per le imprese danneggiate da Covid-19

L’IRFIS Finsicilia spa aderisce alla moratoria di cui all’addendum  all’Accordo per il Credito 2019, sottoscritto venerdì 6 marzo 2020 tra ABI e le Associazioni di rappresentanza delle imprese. L’addendum  prevede – tra l’altro – l’estensione della sospensione sino ad un anno del pagamento delle quote capitali dei finanziamenti in essere alla data del 31/01/2020 erogati in favore delle imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”.Le imprese interessate possono inoltrare domanda esclusivamente via pec (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) compilando i documenti (modulo corredato dall’allegata dichiarazione) reperibili attraverso... Continua

Inps: le misure del Decreto Cura Italia

L’Inps è pronto a dare attuazione a tutte le misure del Decreto Cura Italia. L’Istituto si trova a gestire 10 miliardi di euro, in poche settimane, per circa 11 milioni di utenti tra cassa integrazione e gli altri strumenti di sostegno al reddito. "Uno sforzo più grosso di quello che lo scorso anno ci ha visti impegnati sul Reddito di Cittadinanza e Quota 100, sia in termini di risorse economiche che in termini di utenti." "Non c’è nessun click day inteso come... Continua