muccaIl responsabile del coordinamento tra Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle cooperative agroalimentari, Dino Scanavino, commenta l’accordo raggiunto nella riunione informale dei ministri dell’Agricoltura europei a Lussemburgo sul pacchetto di aiuti da 500 milioni di euro proposto dalla Commissione a sostegno dei settori del latte e delle carni. Oggi il piano al centro della plenaria dell’Europarlamento.  
 
E’ un segnale positivo ma non sufficiente quello che arriva dal Consiglio informale dei ministri dell’Agricoltura Ue. Lo afferma il coordinatore nazionale di Agrinsieme, Dino Scanavino, commentando l’accordo raggiunto a Lussemburgo sulla proposta di intervento della Commissione a sostegno della zootecnia europea, che oggi sarà anche oggetto di confronto durante la plenaria dell’Europarlamento. Un pacchetto di aiuti da 500 milioni di euro, di cui 28 milioni previsti per l’Italia.

Le proteste della scorsa settimana, che hanno riunito a Bruxelles gli agricoltori provenienti da tutt’Europa -sottolinea Scanavino- stanno producendo i primi risultati. Le difficoltà per gli operatori del comparto delle carni e del settore lattiero-caseario sono diventate insostenibili. I prezzi spuntati a monte sono spesso insufficienti a coprire i costi di produzione e, in particolare nel nostro Paese, le ultime rilevazioni rendono difficile ipotizzare una ripresa entro la fine dell’anno. Se a ciò aggiungiamo le conseguenze della crisi politica russo-ucraina che, ormai da oltre un anno, gravano sulle spalle delle imprese agricole, allora il futuro è sempre meno certo.
Per tutte queste ragioni -osserva il responsabile del coordinamento tra Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle cooperative agroalimentari- se da un lato le misure straordinarie dell’Unione europea (che dovranno comunque essere valutate nella fase operativa) possono essere considerate un primo passo per tamponare le difficoltà, dall’altro lato, se si guarda al futuro e in prospettiva, la strada da percorrere è ancora in salita.

Le crisi, per essere gestite necessitano di nuovi e moderni strumenti sia in ambito Ue che in sede nazionale. Interventi -conclude Scanavino- da adottare possibilmente ex-ante e non, come invece accade ora, dopo che le difficoltà congiunturali si sono tradotte in perdita di redditività per le imprese agricole.

Pallanuoto, il TeLiMar vince ancora e conquista matematicamente il 2° posto in classifica valido per i play-off

Continua a vincere il TeLiMar che, nella penultima giornata del girone di ritorno del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A2 Sud, batte al Foro Italico la Roma 2007 Arvalia per 11-9. Il Club dell’Addaura, che aderisce all’AGCI Sicilia, si tiene stretto così il secondo posto in classifica, conquistandolo matematicamente grazie al pareggio tra Pescara e Latina, che permette una griglia play-off più agevole con il primo appuntamento in casa l'8 giugno.I ragazzi guidati da Ivano Quartuccio sanno soffrire ad inizio match, non perdendosi d’animo... Continua

Palermo calcio, pieno sostegno alla squadra da parte del coordinamento delle associazioni datoriali di categoria

“Speriamo che la squadra sia riammessa ai playoff e che si possa ribaltare la sentenza di primo grado”. Sostegno alla squadra rosanero e alla US Città di Palermo è stato espresso oggi dal Coordinamento delle associazioni datoriali di categoria della provincia di Palermo. Del Coordinamento delle associazioni datoriali di categoria fanno parte: Confcommercio Palermo, Sicindustria Palermo, Confesercenti  Palermo, Confartigianato Palermo, Confagricoltura Palermo, Cna Palermo, Confimprese Palermo, Casartigiani Palermo, Cidec Palermo, Legacoop Sicilia Occidentale, Unicoop Sicilia, Confcooperative Palermo, Federpesca, Agci Sicilia, Ance... Continua

CoopsDay 2019, la 96ª Giornata internazionale delle cooperative, per promuovere il lavoro dignitoso in tutti i settori dell’economia

In considerazione delle crescenti disuguaglianze, dell’aumento dell’insicurezza del lavoro e l’elevato tasso di disoccupazione, in particolare tra i giovani, il tema scelto per la Giornata Internazionale delle Cooperative del 2019 (#Coopsday) intende promuovere l’obiettivo di Sviluppo sostenibile n.8 dell’ONU: “Sviluppo inclusivo e lavoro dignitoso”. La Giornata internazionale delle cooperative, che si celebra il primo sabato di luglio, è stata istituita nel 1992 con la Risoluzione 47/90 dell’Assemblea Generale dell’ONU e coincide con International Cooperative Day dell’ICA (International Co-operative Alliance), che si celebra dal 1923. L’Organizzazione delle... Continua