ape

Bando della Regione Sicilia per finanziare l’apicoltura, misura che tutela l'intero ecosistema

Acquisto di attrezzature per la conduzione degli apiari, per la lavorazione, il confezionamento e la conservazione dei prodotti dell’apicoltura; acquisto di interi sciami e famiglie con api regine, per favorire il ripopolamento degli alveari; sostegno ai laboratori di analisi, finalizzato al miglioramento della qualità del miele; formazione, divulgazione e assistenza tecnica agli apicoltori.
Sono alcuni degli interventi finanziati dal bando varato dal Dipartimento regionale Agricoltura che ha messo a disposizione oltre 600 mila euro per la campagna 2019-2020 di aiuti al settore dell’apicoltura.

Michele Cappadona“Un intervento che apprezziamo a diversi livelli. Il proverbiale comportamento sociale delle api è un’efficace metafora dello spirito cooperativo. Il miele è il primo dolcificante naturale della storia, ed è un prodotto che fa parte della nostra alimentazione tradizionale. L’apicoltura era praticata nel Mediterraneo almeno dalla metà del secondo millennio avanti Cristo e in Sicilia greci e romani ne hanno intensificato notevolmente l’attività ”, dice Michele Cappadona presidente regionale dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane. “Sono di derivazione araba dolci molto diffusi con il miele a base di frutta secca, come il torrone e il panforte, ma anche quelli a base di farina e spezie, di largo consumo oggi soprattutto nel Nord Europa. Nell’antichità il miele era utilizzato nell’alimentazione come dolcificante, condimento o conservante. Ma il suo uso si estendeva alla cosmesi per la produzione di oli aromatici e profumi, e alla medicina, come antisettico, cicatrizzante, purgativo. Le api come insetti impollinatori rivestono un ruolo importantissimo nel mantenimento della biodiversità e nella conservazione della natura. Senza le api scomparirebbe il 60% della frutta e verdura e la loro mancanza potrebbe causare gravi carestie. Senza l'impollinazione, si ferma la nascita delle specie vegetali e la catena alimentare si interrompe. I pesticidi oltre ad essere causa diretta della morte delle api, intaccano polline e nettare. Ancora una volta l’agricoltura biologica è la soluzione più adeguata dal punto di vista ambientale e alimentare”.

Il bando, condiviso con il tavolo di governance dell’agricoltura, è già aperto e le domande possono essere presentate attraverso il modello predisposto da Agea, disponibile sul sito internet www.sian.it fino al 15 gennaio 2020.
Gli aiuti sono in prevalenza riservati ad apicoltori singoli o imprese, associazioni apistiche, organizzazioni di produttori, enti e istituti di ricerca.

“Con questo provvedimento preserviamo e sosteniamo un settore di grande importanza per l’agricoltura siciliana, considerate le proprietà salutistiche e nutrizionali del miele, nonché delle api per il nostro ecosistema - afferma l’assessore Edy Bandiera - e al contempo miglioriamo le condizioni di lavoro ed il livello tecnologico delle aziende apistiche, col conseguente miglioramento anche della qualità delle produzioni aziendali”.

 Edy Bandiera

Nuovi assessori regionali Toni Scilla (Agricoltura) e Marco Zambuto (Funzione pubblica), buon lavoro da AGCI Sicilia

  Mini rimpasto al Governo della Regione Siciliana. Avvicendamento di due assessori espressi da Forza Italia nella Giunta Musumeci: Edy Bandiera passa il testimone a Tony Scilla all’Agricoltura, a Bernadette Grasso succede Marco Zambuto alla Funzione pubblica. “Esprimiamo agli assessori uscenti Edy Bandiera e Bernadette Grasso il nostro sincero ringraziamento per il proficuo rapporto improntato all’intenso dialogo istituzionale, che ha consentito in questi anni un costante confronto su politiche programmatiche, criticità e soluzioni”, dichiara Michele Cappadona, presidente regionale dell’Associazione Generale delle Cooperative... Continua

Resto al Sud, estesa a 55 anni età massima beneficiari nella Finanziaria 2021 appena approvata

  La Manovra deliberata alla Camera il 27 dicembre e che ha avuto oggi il sì del Senato estende l’età massima dei beneficiari da 45 a 55 anni. Il comma 170 dell’art. 1 della Legge di Bilancio 2021 emenda così la disciplina della misura Resto al Sud, introdotta dal D.L. n. 91/2017 (Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno), volta ad incentivare la nascita di nuove realtà imprenditoriali ad opera di giovani imprenditori nelle regioni del Meridione, in Abruzzo, Basilicata, Calabria... Continua

Firmato rinnovo contratto nazionale lavoratori delle cooperative e consorzi agricoli

Previsto aumento a regime del 4,55%. Novità sulla disciplina della maternità obbligatoria  e in tema di assistenza ai familiari anziani, e tutela per vittime di violenza di genere nei luoghi di lavoro. Siglato venerdì 18 dicembre dalle centrali cooperative Agci-Agrital, Confcooperative-Fedagripesca e Legacoop-agroalimentare e dalle organizzazioni sindacali Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, il rinnovo del contratto collettivo nazionale per i lavoratori dipendenti delle cooperative e consorzi agricoli.L’accordo, che è stato firmato dopo una trattativa negoziale lunga e complicata, ha una durata di quattro anni... Continua