Antonio Alibrandi

La Cisl di Messina ha una nuova guida. Antonino Alibrandi, 43 anni, è il nuovo segretario generale eletto il 29 gennaio dal consiglio generale alla presenza della segretaria generale Annamaria Furlan, del segretario generale aggiunto Luigi Sbarra e del segretario generale della Cisl Sicilia Sebastiano Cappuccio.

Alibrandi succede a Tonino Genovese che lo scorso mese ha anticipato la fine del suo mandato previsto per maggio. La segreteria della Cisl di Messina è stata completata dall’elezione di Cettina Pizzo e Piero Allegra.
«Voglio ringraziare tutti, da Annamaria Furlan a Sebastiano Cappuccio, a Tonino Genovese e Mariella Crisafulli con cui abbiamo condiviso il lavoro sino a qualche giorno fa”, ha esordito il neo-segretario generale della Cisl di Messina. “Lavoreremo per stare con la gente in continuità con quanto fatto sinora, cercando di risolvere quelle che sono le criticità del territorio. Ritengo si debba mettere al centro del dibattito l’industria, il lavoro, le infrastrutture e i giovani offrendogli opportunità per trattenerli qui e non farli andare via. Lavoreremo per un progetto collettivo, mettendoci in rete con tutti quelli che hanno questo obiettivo».

Michele Cappadona 24ott2018 b“Rivolgiamo i nostri migliori auguri di buon lavoro al nuovo segretario generale Cisl Messina Antonio Alibrandi”, dichiara il presidente regionale dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane Michele Cappadona.
“Apprezziamo le dichiarazioni programmatiche di ampio dialogo e confronto con tutti gli attori di sviluppo economico del territorio. Condividiamo la prospettiva di un intenso lavoro di rete, di una mappatura delle priorità e di una visone che consideri nuovi percorsi di sviluppo locale attraverso la spinta propulsiva di attività produttive industriali, accanto ad auspicabili forme innovative di fruizione delle risorse turistiche e culturali. È un modello di crescita ecocompatibile in cui le imprese cooperative si riconoscono e verso cui manifestiamo la disponibilità a dare il nostro contributo e il massimo impegno”.

Durante i lavori che hanno condotto all’elezione del nuovo vertici provinciali, la segretaria generale Annamaria Furlan nel suo intervento ha toccati i temi che riguardano fisco, pensioni, infrastrutture e la necessità di un tavolo per il Sud.
«Oggi – ha detto Furlan – quasi l’87% del fisco italiano è tutto sul groppone degli anziani, dei lavoratori dipendenti ed è evidente che così non si può andare avanti. Quando parliamo di riforma del fisco, l’obiettivo è un fisco più amico del lavoro, quindi meno pesante sulle pensioni, sulle buste paga. Un fisco che magari tassi di più la ricchezza delle reddite finanziarie speculative non i titoli di Stato, ma la speculazione finanziaria. Speriamo che anche su questo, come sulla previdenza, si apra immediatamente un tavolo di confronto serio».
Infrastrutture e ponte sullo Stretto sono sempre due argomenti caldi. «Non sono assolutamente contraria al ponte sullo Stretto. Credo tuttavia che debba servire a collegare tutta l’Italia con la Sicilia dove abbiamo ancora la linea ferroviaria borbonica e dove mancano le autostrade ed è necessario intervenire. Sulle infrastrutture – ha aggiunto Furlan – c’è moltissimo da fare, dobbiamo scegliere delle priorità e dei tempi. Il ponte da solo serve davvero a poco. Abbiamo necessità di mettere a posto le infrastrutture esistenti, spesso assolutamente inadeguate, non sempre sicure per la vita dei cittadini e di far partire nuove infrastrutture. Tutto questo deve essere fatto contemporaneamente in Sicilia come in tutto il paese, nel Sud di più perché ci sono ritardi infrastrutturali non più giustificabili».

Pubblicato da Antonino Alibrandi su Mercoledì 29 gennaio 2020

 

Attività produttive, pubblicato bando per fiere internazionali. In calendario 10 appuntamenti fieristici per le Pmi siciliane

Cibus (Parma), Smau (Milano), Sana (Bologna), Anuga (Colonia), Tutto Food (Milano), Big Five (Dubai), Marmo Mac (Verona), Artigiano in fiera (Milano), Food&Life (Monaco), Ho.Mi. Casa (Milano). La Sicilia torna a partecipare alle fiere nazionali e internazionali dopo la lunga pausa imposta dalla pandemia da Covid-19. Pubblicato dall'assessorato regionale alle Attività produttive (nell’ambito dell’Azione 3.4.1 del PO Fesr 2014/2020) l’avviso a manifestazione d’interesse per la partecipazione di piccole e medie imprese siciliane - dei settori agroalimentare, casa e design, agroalimentare (biologico), edilizia e... Continua

Al via fino al 9 settembre finanziamenti e contributi a microPMI e liberi professionisti, 73mln dal Fondo Sicilia

Le istanze potranno essere presentate dalle ore 10:00 del 22 Luglio 2021 alle ore 17:00 del 9 Settembre 2021 esclusivamente sulla piattaforma online all’indirizzo https://sportelloincentivi.irfis.it Finanziamento e contributo vengono concessi alle condizioni del bando pubblicato da Irfis FinSicilia, che gestisce il Fondo Sicilia. Imprese e liberi professionisti potranno accedere alla piattaforma digitale dedicata mediante SPID (livello 2) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Preliminarmente alla compilazione della domanda, è opportuno consultare la guida utente.L’agevolazione è costituita da un finanziamento agevolato... Continua

Bonus Sicilia Aree Urbane, 14mila domande. AGCI e FISM: “Imprese educative escluse a Palermo, codici Ateco scelti dalla Regione senza consultare gli organismi di categoria”

Sono 14.132 le domande trasmesse online dall'1 al 13 luglio per il "Bonus Sicilia - aree urbane", il contributo a fondo perduto con il quale la Regione siciliana sostiene il sistema produttivo colpito dalla pandemia di Palermo e Bagheria, Messina, Enna e Caltanissetta, Ragusa, Modica e Agrigento. Alle microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi aventi sede nelle aree urbane degli otto comuni siciliani che hanno un codice Ateco prevalente tra quelli previsti per ciascuna area territorale, saranno ripartiti 25.610.028,88 euro. “È naturalmente... Continua