agrinsiemeAgrinsieme accoglie positivamente l’emanazione, con decreto ministeriale, delle linee guida per la regolamentazione da parte delle regioni delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo. “Tale provvedimento congiuntamente a quello relativo alla tariffazione dell’acqua irrigua permette di rispettare gli impegni presi dall’Italia all’interno dell’Accordo di Partenariato 2014-2020 sulla condizionalità ex ante relativamente alla direttiva quadro sulle acque”.
 
In tal modo, ad avviso di Agrinsieme, “si superano le criticità legate in particolare all’attuazione degli investimenti previsti nella programmazione dello sviluppo rurale, sia per quanto riguarda i 300 milioni del Piano nazionale messi a disposizione per il piano irriguo, sia in relazione all’applicazione dei piani di sviluppo regionali”.
 
“Ora – prosegue il Coordinamento di Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari - occorre procedere con attenzione all’attuazione delle linee guida a livello regionale visto che diverse misure incideranno pesantemente sulla gestione delle imprese agricole, sia dal punto di vista economico che amministrativo”.
 
“Su alcune questioni legate in particolare agli adempimenti burocratici (comunicazione dei prelievi e dei consumi), alla gestione dell’auto-approvvigionamento, all’installazione dei misuratori non si è riusciti ad individuare un giusto equilibrio tra le esigenze economiche e gestionali delle imprese agricole e gli obiettivi condivisi di uso sostenibile della risorsa acqua. Situazione venutasi a creare anche in relazione al fatto che Agrinsieme è stata convocata al tavolo tecnico di lavoro di elaborazione delle linee guida per l'impiego delle risorse idriche, coordinato dal Mipaaf, esclusivamente nell’ultima riunione del 22 luglio, a lavori pressoché ultimati”.
 
“Un argomento così delicato per il futuro dell’agricoltura, sia a livello nazionale sia regionale, merita – conclude Agrinsieme - un maggior coinvolgimento delle organizzazioni agricole nello spirito di quanto previsto dalla direttiva acqua e dallo stesso Accordo di partenariato”.

“Resto in Sicilia”, Armao: “Disponibili 4,7 milioni di credito d’imposta per le startup siciliane”

Pubblicato oggi nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana il decreto del Presidente della Regione n. 28 del 5 Novembre 2020, con il quale vengono approvate ulteriori agevolazioni, sotto forma di credito d’imposta, in favore dei soggetti beneficiari di “Resto al Sud”. Istanza per il 2020 al Dipartimento Finanze e Credito dell’Assessorato dell’Economia, dal 15 al 31 dicembre.Ad oggi sono circa 800 le startup siciliane beneficiarie di “Resto al Sud”, il programma di incentivi, gestito da Invitalia, destinato a chi ha un’età... Continua

Pesca: al via le trattative per il rinnovo del ccnl imbarcati della cooperazione

In anticipo rispetto alla sua scadenza (31 Dicembre) sono state aperte oggi le trattative per il CCNL imbarcati delle cooperative di pesca. Ne dà notizia l’Alleanza che ha sottolineato come la Cooperazione abbia voluto rispondere tempestivamente alla presentazione della piattaforma da parte delle Organizzazioni Sindacali (FlaiCGIL, FAI CISL, UILA UIL) affermando che, con grande senso di responsabilità, in un momento così difficile per l’economia ittica determinato dalla contrazione della domanda provocata dalla pandemia, sia comunque necessario dare valore alle regole negoziate... Continua

Al Blue Sea Land i progetti di innovazione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale in Sicilia

  Dal fico d’india all’uva da tavola, alla cerealicoltura del monococco, dal latte d’asina al pomodoro: esplorate tutte le frontiere dell’innovazione per l’agricoltura siciliana nei progetti presentati al Bluesealand. In Sicilia, le università ed i centri di ricerca stanno portando avanti importanti progetti che puntano all’innovazione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale. Se ne è parlato oggi durante una delle sessioni online di Blue Sea Land, in corso a Mazara del Vallo. Con il coordinamento del Dipartimento Agricoltura della Regione Siciliana, numerosi... Continua