alessandro arico

Aricò: «Coronavirus, dalla Regione 80 milioni per imprese e liberi professionisti. Ammesse ai finanziamenti ulteriori attività produttive, dalle strutture assistenziali del settore sanitario ai fotografi».

“In arrivo un bando dell'assessorato regionale all'Economia per sostenere le imprese siciliane in crisi per l'emergenza Coronavirus. Si tratta di una prima tranche di 80 milioni di euro su un totale stanziato di 150 milioni a valere sul Fondo Sicilia previsto dalla Finanziaria regionale, con finanziamenti fino a 25 mila euro a tasso zero, di cui il 25 per cento a fondo perduto, preammortamento di due anni e restituzione fino a sei anni”.
Lo annuncia Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima, sottolineando che “potranno usufruire di questi fondi anche alcune importanti categorie produttive e i liberi professionisti, dalle strutture assistenziali del settore sanitario alle autoscuole e i fotografi”.
“Ai finanziamenti del bando regionale si potrà accedere direttamente attraverso le banche convenzionate con Irfis o con Poste Italiane - sottolinea Aricò-. Si tratterà di un aiuto concreto per le imprese, così come già fatto per l'editoria a cui sono stati destinati circa 10 milioni di euro, le edicole (3 milioni) ed le agenzie di distribuzione stampa (2 milioni). Segnalo anche il "bonus matrimoni" con uno stanziamento di 3,5 milioni, una misura di sostegno ad oltre 1.000 giovani coppie che potranno richiedere fino a tremila euro a fondo perduto, iniziativa che sta rimettendo in movimento molte aziende del settore: dopo pochi giorni dalla pubblicazione, infatti, si registrano già numerose istanze di adesione presso l'assessorato regionale alla Famiglia”.

Michele Cappadona“Accogliamo come un segnale positivo il bando annunciato dall’on. Alessandro Aricò, con cui il Governo Musumeci dà attuazione ad un’altra delle disposizioni di cui all’art. 10 della legge 9/2020, di stabilità regionale”, dichiara Michele Cappadona, presidente Associazione Generale delle Cooperative Italiane - AGCI Sicilia. “Auspichiamo che quest’altra misura possa essere attivata con procedure che garantiscano la massima velocità di erogazione nei confronti delle imprese. Esprimiamo naturalmente soddisfazione nell’apprendere che l’iniziativa includerà anche categorie di importante valore sociale come imprese che gestiscono strutture assistenziali del settore sanitario e altre attività escluse dal Bonus Sicilia. Sottolineiamo anche in questa occasione che per la massima efficacia delle politiche di supporto alle imprese è necessario e opportuno il più alto livello possibile di coinvolgimento e interazione con le parti sociali. Per quanto riguarda il mondo cooperativo, AGCI Sicilia non mancherà mai di rendere disponibile il suo contributo a livello propositivo, programmatico e attuativo per il rilancio del sistema produttivo della Sicilia, che continua ad essere fortemente provato dall’emergenza sanitaria ed economica in atto”.

 

Terzo settore Distretto 39 - ASP Palermo: on line manifestazione di interesse per partecipare a Ufficio di Piano e Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale

Tutti i soggetti del Terzo Settore possono manifestare il proprio interesse sino al 25 gennaio 2022 per partecipare all’Ufficio di Piano e alla Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale del Distretto sociosanitario 39, che fa parte dell’ASP 6 di Palermo. 
 Le “Linee guida per la programmazione del Piano di Zona 2021” approvate con D.P. n.574/GAB (GURS n. 33 del 30/07/2021), prevedono che il Comitato dei Sindaci del Distretto 39 che comprende i comuni di Bagheria (capofila) Altavilla Milicia, Casteldaccia, Ficarazzi... Continua

Politiche sociali, Scavone: «Oltre 29 milioni ai Comuni per assistenza verso soggetti in situazione di fragilità» 

Contributi per avviare servizi per la prima infanzia (fascia 0-3 anni), centri di aggregazione per minori nella fascia compresa fra i 4 e i 18 anni, strutture diurne per anziani e persone con limitazioni nell'autonomia o, ancora, consultori familiari e case-famiglia per donne vittime di violenza e in situazione di fragilità. Recuperare edifici pubblici per arricchire i Comuni di servizi per l'infanzia, l'adolescenza e gli anziani, migliorando la qualità della vita e frenando l'esodo dai piccoli centri. È la visione innovativa... Continua

Formazione in azienda, Lagalla: «Altri 14 milioni per la qualificazione professionale di disoccupati e inoccupati». Ammesse anche le imprese a vocazione sociale.

I progetti possano essere congiuntamente proposti dagli enti di formazione professionale e dalle aziende, con l’obiettivo di migliorare la competitività dei processi produttivi aziendali. La partecipazione è estesa ad imprese del terzo settore e nelle attività a vocazione sociale. Particolare attenzione è rivolta alle imprese del settore agroalimentare, manifatturiero, artigianale, edilizio, delle tecnologie dell’informazione e comunicazione, del turismo e dei beni culturali. La nuova edizione dell’Avviso 33, iniziativa promossa dall’assessorato all’Istruzione e Formazione professionale della Regione, finanzia, con 14 milioni di euro... Continua