TeLiMar PN A1 2020 2021

Ottimo risultato per la squadra palermitana del TeLiMar, cooperativa aderente all'AGCI dalla sua costituzione

Obiettivo raggiunto per il TeLiMar, che nell’ultima giornata della Regular Season del Campionato di Pallanuoto Maschile di Serie A1 domina in casa contro la Lazio: all’Olimpica di Palermo finisce 15-5.

Gli uomini di Baldineti costruiscono il vantaggio fin dai primi minuti di gioco, confermando l’ottima prestazione di sabato scorso con l’Ortigia e guadagnando, così, meritatamente l’accesso al Girone Élite con Recco e Posillipo. A completare il Girone E sarà una tra Trieste e Roma, con la sfida diretta rinviata causa Covid19.

Il Club dell’Addaura aspettava da due mesi la rivincita della sconfitta di misura rimediata al Foro Italico contro i biancocelesti e lo dimostra con un ottimo approccio al match. Ad un minuto e mezzo dal via i padroni di casa con Damonte trasformano un rigore guadagnato da Marziali. Il TeLiMar gioca bene in difesa e si ripropone in attacco con convinzione: Del Basso dalla distanza e Occhione dopo uno scambio rapido con Damonte portano i palermitani sul 3-0. Caponero prova ad accorciare, ma il primo quarto della partita si chiude sul 4-1 con un altro rigore trasformato da Damonte, oggi scatenato.

Alla ripresa del gioco, di nuovo Damonte, stavolta su azione. Ribattono gli uomini di Sebastianutti con Antonucci in più, ma il TeLiMar è determinato a portare a casa la vittoria e chiude il secondo tempo con un break di quattro a zero per le reti di Del Basso, Vlahovic, Lo Cascio in superiorità e Damonte su rigore per il 9-2.

La seconda metà del match si apre con un tiro dai cinque metri trasformato da Caponero. I padroni di casa non vogliono concedere altro e allungano ancora con Lo Cascio in più e Damonte a uomini pari per l’11-3. Una bella palomba di Colosimo porta i laziali sull’11-4, a cui ribatte, però, Damonte, prima su rigore e poi in superiorità per il 13-4.

In partita, non c’è mai stata storia e il goal di Caponero a 5’06 dalla sirena finale è più una velleità, a cui rispondono Migliaccio e Damonte - alla sua ottava firma di oggi - per mettere al sicuro il risultato sul 15-5.

Marini e Caponero (Lazio) usciti nel quarto tempo per limite di falli.

«Ci siamo portati dietro per due mesi pesantissimi il fardello della sconfitta del Foro Italico – sottolinea Marco Baldineti, allenatore TeLiMar – tutta la squadra aveva una gran voglia di vincere e oggi lo ha dimostrato. Ci siamo liberati, abbiamo costruito tanto e forse non abbiamo concretizzato tutto solo per la troppa voglia di fare. Obiettivo salvezza raggiunto – dice -, ma è adesso che viene il bello: sia per il Campionato, dove andremo a giocare sei bellissime partite, ma anche nella Final Four di Coppa Italia. Molto abbiamo scritto finora e molto possiamo ancora scrivere in questa stagione, che è solo un preludio per quello che verrà».

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Abbiamo dominato questa partita, in cui ci giocavamo un intero Campionato, confermando il nostro valore. Abbiamo portato Palermo per la prima volta nel Girone Élite in cui ci giocheremo i play-off Scudetto. In questa stagione, azzoppata dal Covid, il nostro ambizioso ed impegnativo programma quadriennale basato su un Mister ed un gruppo vincente sta andando avanti: a settembre abbiamo conquistato la Final Four in Coppa Italia, risultando, insieme a Recco, Brescia ed Ortigia, fra le quattro squadre più forti e, ora, questa vittoria di oggi ci proietta nel Girone Élite con le otto migliori squadre che si andranno a contendere i play-off Scudetto. Abbiamo ora un mese di sosta di Campionato in cui abbiamo già calendarizzato dei Common Training con l'Ortigia, in modo da mantenere questi ritmi alti sino alla ripartenza, prevista per il 27 febbraio. Oggi abbiamo confermato di che pasta siamo fatti; oggi inizia il nostro vero Campionato. Complimenti ai ragazzi, al Mister ed allo Staff per la eccellente prestazione di oggi e per la professionalità con la quale stanno portando avanti l'attività».

Parziali: 4-1; 5-1; 4-2; 2-1.

Superiorità: TeLiMar 4/11 + 4 rigori; Lazio 1/10 + 1 rigore.

Il Tabellino

TeLiMar: Nicosia, Del Basso 2, Fabiano, Di Patti, Occhione 1, Vlahovic 1, Giliberti, Marziali, Lo Cascio 2, Damonte 8 (4 rig.), Lo Dico, Migliaccio (1), Washburn - Allenatore: Marco Baldineti

S.S. Lazio Nuoto: Soro, Ferrante, Colosimo 1, Vitale, Marini, Caponero 3 (1 rig.), Antonucci 1, Tarquini, Narciso, Maddaluno, Provenziani, Moscardelli – Allenatore: Claudio Sebastianutti

Arbitri: Riccardo D’Antoni, di Siracusa, e Riccardo Carmignani, di Messina - Delegato: Mirko Schiavo, di Palermo.

 

Terzo settore Distretto 39 - ASP Palermo: on line manifestazione di interesse per partecipare a Ufficio di Piano e Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale

Tutti i soggetti del Terzo Settore possono manifestare il proprio interesse sino al 25 gennaio 2022 per partecipare all’Ufficio di Piano e alla Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale del Distretto sociosanitario 39, che fa parte dell’ASP 6 di Palermo. 
 Le “Linee guida per la programmazione del Piano di Zona 2021” approvate con D.P. n.574/GAB (GURS n. 33 del 30/07/2021), prevedono che il Comitato dei Sindaci del Distretto 39 che comprende i comuni di Bagheria (capofila) Altavilla Milicia, Casteldaccia, Ficarazzi... Continua

Politiche sociali, Scavone: «Oltre 29 milioni ai Comuni per assistenza verso soggetti in situazione di fragilità» 

Contributi per avviare servizi per la prima infanzia (fascia 0-3 anni), centri di aggregazione per minori nella fascia compresa fra i 4 e i 18 anni, strutture diurne per anziani e persone con limitazioni nell'autonomia o, ancora, consultori familiari e case-famiglia per donne vittime di violenza e in situazione di fragilità. Recuperare edifici pubblici per arricchire i Comuni di servizi per l'infanzia, l'adolescenza e gli anziani, migliorando la qualità della vita e frenando l'esodo dai piccoli centri. È la visione innovativa... Continua

Formazione in azienda, Lagalla: «Altri 14 milioni per la qualificazione professionale di disoccupati e inoccupati». Ammesse anche le imprese a vocazione sociale.

I progetti possano essere congiuntamente proposti dagli enti di formazione professionale e dalle aziende, con l’obiettivo di migliorare la competitività dei processi produttivi aziendali. La partecipazione è estesa ad imprese del terzo settore e nelle attività a vocazione sociale. Particolare attenzione è rivolta alle imprese del settore agroalimentare, manifatturiero, artigianale, edilizio, delle tecnologie dell’informazione e comunicazione, del turismo e dei beni culturali. La nuova edizione dell’Avviso 33, iniziativa promossa dall’assessorato all’Istruzione e Formazione professionale della Regione, finanzia, con 14 milioni di euro... Continua