giovani

Prosegue con successo la collaborazione istituzionale tra AGCI e ASSET, Associazione Sindacale Servizi e Tutela che si occupa di organizzazione di corsi di formazione, qualificazione professionale, aggiornamento e perfezionamento, promozione di iniziative per la preparazione tecnico-didattica.

Attraverso la convenzione i soci, dipendenti, collaboratori delle imprese cooperative iscritte all'AGCI Sicilia, e i loro familiari, potranno aderire ai corsi ASSET di tutte le tipologie previste, a particolari favorevoli condizioni.

Michele Cappadona“Il prolungamento del periodo di grande difficoltà dovuto alla pandemia ci spinge a proseguire il partenariato con l’ASSET che consente di assicurare a tutti gli operatori impegnati nel mondo della cooperazione, e ai loro familiari, la possibilità di fruire di particolari vantaggiose condizioni economiche che riguardano varie tipologie di servizi di formazione e qualificazione professionale", spiega Michele Cappadona, presidente regionale dell'Associazione Generale delle Cooperative Italiane-AGCI Sicilia. “La grande risposta positiva è la migliore conferma di avere scelto per questa finalità un partner nazionale accreditato di grande affidabilità ed esperienza, con una vasta offerta formativa. Ancora una volta, vogliamo continuare ad offrire ai nostri cooperatori la possibilità di fruire di servizi di grande qualità a costi fortemente contenuti".

L’Associazione Sindacale ASSET nasce dall’esigenza e dalla volontà di tutelare, valorizzare e migliorare le condizioni professionali, giuridiche ed economiche dell’intero personale che presta la sua opera nell’ambito scolastico.

L’obiettivo verso cui ASSET ha scelto di operare è duplice: da un lato andare incontro all’esigenza di fornire risposte concrete a singole persone, nella loro individualità e posizione di debolezza, dall’altro creare temi di riflessione e confronto sulla necessaria centralità dell’Istruzione nel nostro Paese.

logo asset scuolaLa tutela dei singoli non può non passare da una vicinanza concreta, fatta anche di contatti umani e non soltanto virtuali tra i professionisti dell’Associazione Sindacale ASSET e i lavoratori, che hanno bisogno di riscoprire la solidità di un sindacato pronto a battersi per lui e per la tutela dei suoi diritti. 

La tutela dei singoli passa dalla difesa dei diritti sindacali dei lavoratori del settore Istruzione, non solo in termini giuridici-normativi ma anche attraverso la promozione e l’organizzazione di iniziative sindacali e culturali. L’Associazione sindacale ASSET si pone l’obiettivo di valorizzare la formazione del personale scolastico, dal reclutamento a tempo determinato o indeterminato fino alla progressione di carriera.

La tutela collettiva segue invece la via del dibattito politico-sindacale con le Istituzioni preposte al governo del nostro Paese e richiede, come condicio sine qua non, la comprensione della parola chiave del mondo Istruzione: Investimento. Non è in alcun modo tollerabile che il nostro Stato investa nel Sistema Istruzione appena il 4% del PIL. Il futuro di un Paese è legato in modo inscindibile al suo sistema di istruzione.

L’obiettivo è combattere la precarietà come abitudine culturale radicata nella nostra società. Nella convinzione che, a parità di prestazioni, il valore debba essere misurato nel merito e non nella natura giuridica del rapporto di lavoro, principio che si traduce nella parità di trattamento tra docenti e personale ATA a tempo determinato e indeterminato (dalla mobilità agli scatti di stipendio, passando per le assenze).

L’idea centrale rimane che il mondo dell’Istruzione in Italia possa e debba essere migliorato da coloro che ogni giorno vi operano oltreché dalle persone che di quel mondo vorrebbero far parte.

L’Associazione Sindacale ASSET oltre a far percepire ai singoli la vicinanza di una tutela diretta, li mette in condizione di esprimere le proprie idee, mediante una partecipazione attiva alla promozione di strategie in grado di dare una svolta all’intero sistema di Istruzione, oltreché alla propria vita.

Qui il link al sito dell'Associazione www.assetscuola.com

A questo link il testo della convenzione AGCI-ASSET, con gli interessanti vantaggi per gli associati AGCI Sicilia.


(Photo by Javier Trueba on Unsplash)

Attività produttive, pubblicato bando per fiere internazionali. In calendario 10 appuntamenti fieristici per le Pmi siciliane

Cibus (Parma), Smau (Milano), Sana (Bologna), Anuga (Colonia), Tutto Food (Milano), Big Five (Dubai), Marmo Mac (Verona), Artigiano in fiera (Milano), Food&Life (Monaco), Ho.Mi. Casa (Milano). La Sicilia torna a partecipare alle fiere nazionali e internazionali dopo la lunga pausa imposta dalla pandemia da Covid-19. Pubblicato dall'assessorato regionale alle Attività produttive (nell’ambito dell’Azione 3.4.1 del PO Fesr 2014/2020) l’avviso a manifestazione d’interesse per la partecipazione di piccole e medie imprese siciliane - dei settori agroalimentare, casa e design, agroalimentare (biologico), edilizia e... Continua

Al via fino al 9 settembre finanziamenti e contributi a microPMI e liberi professionisti, 73mln dal Fondo Sicilia

Le istanze potranno essere presentate dalle ore 10:00 del 22 Luglio 2021 alle ore 17:00 del 9 Settembre 2021 esclusivamente sulla piattaforma online all’indirizzo https://sportelloincentivi.irfis.it Finanziamento e contributo vengono concessi alle condizioni del bando pubblicato da Irfis FinSicilia, che gestisce il Fondo Sicilia. Imprese e liberi professionisti potranno accedere alla piattaforma digitale dedicata mediante SPID (livello 2) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Preliminarmente alla compilazione della domanda, è opportuno consultare la guida utente.L’agevolazione è costituita da un finanziamento agevolato... Continua

Bonus Sicilia Aree Urbane, 14mila domande. AGCI e FISM: “Imprese educative escluse a Palermo, codici Ateco scelti dalla Regione senza consultare gli organismi di categoria”

Sono 14.132 le domande trasmesse online dall'1 al 13 luglio per il "Bonus Sicilia - aree urbane", il contributo a fondo perduto con il quale la Regione siciliana sostiene il sistema produttivo colpito dalla pandemia di Palermo e Bagheria, Messina, Enna e Caltanissetta, Ragusa, Modica e Agrigento. Alle microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi aventi sede nelle aree urbane degli otto comuni siciliani che hanno un codice Ateco prevalente tra quelli previsti per ciascuna area territorale, saranno ripartiti 25.610.028,88 euro. “È naturalmente... Continua