Stefano Patuanelli

Un rafforzamento necessario, in coerenza con la creazione di un’Agenzia del Mare per promuovere e realizzare un forte coordinamento delle politiche dell’Economia Blu.

L’Alleanza delle Cooperative Pesca scrive al ministro Stefano Patuanelli per chiedere di rafforzare il ruolo della pesca e dell’acquacoltura all’interno del dicastero, a partire dal nome.

La proposta della cooperazione è quella di rinominare il Mipaaf trasformandolo in Ministero dell’Agricoltura e della Pesca (MAP), cogliendo l’opportunità offerta dal decreto-legge sul riordino delle attribuzioni dei ministeri all’esame della Camera.

“Così -afferma l’Alleanza delle Cooperative- il nostro settore verrà rafforzato nella propria identità economica, sociale e, quindi, politica. Una scelta che faciliterebbe anche il confronto in chiave europea visto che fino ad oggi ci sono state due distinte politiche comuni per agricoltura e pesca seguite da due direzioni generali, sotto il controllo di due commissari europei e di due differenti commissioni parlamentari”.

In passato la cooperazione aveva caldeggiato la creazione di un’Agenzia del Mare al fine di promuovere e realizzare un forte coordinamento delle politiche del mare, integrando tutte le competenze che vi ruotano attorno, dando così più dignità, maggiore peso politico e capacità diplomatica all’Economia Blu anche attraverso il necessario rafforzamento dell’azione amministrativa. “Oggi siamo convinti che questo percorso, tanto ambizioso quanto complesso, possa avere il suo punto di caduta in un intervento semplice ed efficace che, attraverso un’adeguata modifica normativa che consenta di affermare la centralità di questa componente dell’economia primaria a fianco a quella agricola”, conclude l’Alleanza.

 

Siccità Sicilia. Cartabellotta emana la prima ordinanza di semplificazione per superare crisi ed emergenza idrica

Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta

Interventi di contrasto alla siccità, emanate le prime norme per snellire le procedure. Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta ha firmato la sua prima ordinanza che mira a semplificare l'iter burocratico per le aziende, consentendo loro di accedere più facilmente alle risorse idriche necessarie alle attività produttive, nel rispetto dell’ambiente. Più precisamente, l’ordinanza commissariale n. 1 del 10 aprile 2024 deroga, per il periodo necessario al superamento della criticità idrica, alle prescrizioni contenute nel decreto del... Continua

Impianti sportivi, Comune di Palermo approva progetto PRUSST Telimar. Due nuove piscine per il nuoto di ogni età e attività agonistiche internazionali

Dopo 18 anni il Consiglio Comunale di Palermo approva il progetto definitivo di potenziamento del TELIMAR, che prevede nell’area di proprietà della struttura di sport nautici dell’Addaura la realizzazione di una piscina semi-olimpionica da 25 metri x 16,5 ed un’altra vasca di ambientamento da 6 metri x 16.5. Obiettivo è promuovere gli sport del nuoto nel territorio cittadino, organizzando corsi gratuiti a favore di bambini, di anziani e di soggetti diversamente abili, potenziare l’attività agonistica nazionale ed internazionale e avviare iniziative... Continua

Ocm vino 2024-2025, 8 milioni di euro a bando, contributi fino al 50% per investimenti delle cantine siciliane

Aiuti destinati a micro, piccole e medie imprese che producono vino: sono circa 300 le cantine siciliane potenzialmente interessate agli aiuti, secondo il dipartimento regionale Agricoltura. Pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana il bando della campagna 2024-2025 per le imprese del settore vinicolo. La dotazione finanziaria è di 8 milioni di euro, a valere sulle risorse comunitarie. L'aiuto massimo previsto è pari al 50% dei costi d'investimento ammissibili rispetto al progetto approvato. «Bene l’avviso per i contributi alle cantine siciliane» -... Continua