Stefano Patuanelli

Un rafforzamento necessario, in coerenza con la creazione di un’Agenzia del Mare per promuovere e realizzare un forte coordinamento delle politiche dell’Economia Blu.

L’Alleanza delle Cooperative Pesca scrive al ministro Stefano Patuanelli per chiedere di rafforzare il ruolo della pesca e dell’acquacoltura all’interno del dicastero, a partire dal nome.

La proposta della cooperazione è quella di rinominare il Mipaaf trasformandolo in Ministero dell’Agricoltura e della Pesca (MAP), cogliendo l’opportunità offerta dal decreto-legge sul riordino delle attribuzioni dei ministeri all’esame della Camera.

“Così -afferma l’Alleanza delle Cooperative- il nostro settore verrà rafforzato nella propria identità economica, sociale e, quindi, politica. Una scelta che faciliterebbe anche il confronto in chiave europea visto che fino ad oggi ci sono state due distinte politiche comuni per agricoltura e pesca seguite da due direzioni generali, sotto il controllo di due commissari europei e di due differenti commissioni parlamentari”.

In passato la cooperazione aveva caldeggiato la creazione di un’Agenzia del Mare al fine di promuovere e realizzare un forte coordinamento delle politiche del mare, integrando tutte le competenze che vi ruotano attorno, dando così più dignità, maggiore peso politico e capacità diplomatica all’Economia Blu anche attraverso il necessario rafforzamento dell’azione amministrativa. “Oggi siamo convinti che questo percorso, tanto ambizioso quanto complesso, possa avere il suo punto di caduta in un intervento semplice ed efficace che, attraverso un’adeguata modifica normativa che consenta di affermare la centralità di questa componente dell’economia primaria a fianco a quella agricola”, conclude l’Alleanza.

 

Terzo settore Distretto 39 - ASP Palermo: on line manifestazione di interesse per partecipare a Ufficio di Piano e Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale

Tutti i soggetti del Terzo Settore possono manifestare il proprio interesse sino al 25 gennaio 2022 per partecipare all’Ufficio di Piano e alla Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale del Distretto sociosanitario 39, che fa parte dell’ASP 6 di Palermo. 
 Le “Linee guida per la programmazione del Piano di Zona 2021” approvate con D.P. n.574/GAB (GURS n. 33 del 30/07/2021), prevedono che il Comitato dei Sindaci del Distretto 39 che comprende i comuni di Bagheria (capofila) Altavilla Milicia, Casteldaccia, Ficarazzi... Continua

Politiche sociali, Scavone: «Oltre 29 milioni ai Comuni per assistenza verso soggetti in situazione di fragilità» 

Contributi per avviare servizi per la prima infanzia (fascia 0-3 anni), centri di aggregazione per minori nella fascia compresa fra i 4 e i 18 anni, strutture diurne per anziani e persone con limitazioni nell'autonomia o, ancora, consultori familiari e case-famiglia per donne vittime di violenza e in situazione di fragilità. Recuperare edifici pubblici per arricchire i Comuni di servizi per l'infanzia, l'adolescenza e gli anziani, migliorando la qualità della vita e frenando l'esodo dai piccoli centri. È la visione innovativa... Continua

Formazione in azienda, Lagalla: «Altri 14 milioni per la qualificazione professionale di disoccupati e inoccupati». Ammesse anche le imprese a vocazione sociale.

I progetti possano essere congiuntamente proposti dagli enti di formazione professionale e dalle aziende, con l’obiettivo di migliorare la competitività dei processi produttivi aziendali. La partecipazione è estesa ad imprese del terzo settore e nelle attività a vocazione sociale. Particolare attenzione è rivolta alle imprese del settore agroalimentare, manifatturiero, artigianale, edilizio, delle tecnologie dell’informazione e comunicazione, del turismo e dei beni culturali. La nuova edizione dell’Avviso 33, iniziativa promossa dall’assessorato all’Istruzione e Formazione professionale della Regione, finanzia, con 14 milioni di euro... Continua