Telimar pallanuotoT premiazione coppa Italia 2021

Storico risultato per il TeLiMar, che alla Piscina Olimpica Comunale di Palermo conquista il terzo posto nella Final Four di Coppa Italia.

Battendo per 13-12 ai rigori l’Ortigia - con i quattro tempi regolamentari che si erano chiusi sull’8-8 - il Club dell’Addaura, cooperativa aderente all’AGCI, ottiene, dopo tanti scudetti giovanili, la sua prima medaglia assoluta in 33 anni di vita e si proietta al meglio verso la Final Four Scudetto, dove nel giro di pochi giorni affronterà in semifinale il Brescia per confermarsi, così, nell’Olimpo della pallanuoto italiana.
 
Non avendo potuto sfruttare il fattore campo a causa del divieto di accesso al pubblico, vero valore aggiunto, per i rigidi protocolli anticovid, il Club dell’Addaura non si lascia però intimorire dall’avversario in occasione della semifinale contro la Pro Recco, affrontata – e studiata a fondo – lo scorso 30 aprile in Campionato. Gli uomini guidati da Gu Baldineti, anzi, danno il massimo, uscendo a testa alta dallo scontro con i detentori del titolo da ben 7 edizioni (con l’ultima non disputata).
 
Nella finale per il terzo posto, invece, i palermitani attendono gli aretusei, che per due volte si portano in vantaggio, salvo poi provare a scavare il gap nel secondo tempo, andando sul +3. Calo fisico nel terzo tempo, con i biancoverdi che compiono il sorpasso del 7-8. In avvio dell’ultimo quarto, invece, il TeLiMar mette le cose in chiaro acciuffando subito il pareggio, ma le squadre sono stanche e, complici alcuni errori di troppo in attacco da entrambe le parti, si arriva alla lotteria dei rigori sull’8-8. Dopo la sequenza dei cinque tiri, si è ancora in parità per le parate di Tempesti e Nicosia rispettivamente su Lo Cascio e Del Basso, da una parte, e Ferrero e Vidovic, dall’altra. Decisivo al settimo tentativo, l’errore di Rossi, con Migliaccio che permette al TeLiMar di conquistare il terzo posto.
 
Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Con questo terzo posto in Coppa Italia abbiamo portato la città di Palermo nella storia della pallanuoto. Abbiamo, con grandi capacità organizzative, bruciato le tappe; siamo entrati in questa Final Four di Coppa Italia in cui abbiamo strameritatamente conquistato il terzo posto - risultato mai raggiunto in ambito siciliano e che abbiamo festeggiato con il Sindaco Leoluca Orlando,  che ringrazio per il costante supporto al nostro ambizioso progetto - dietro alle corazzate Recco e Brescia, che al momento godono di disponibilità finanziarie ben più consistenti delle nostre. Grandi prestazioni durante l'intera stagione, con l’unico passo falso a Roma, contro la Lazio, nella partita di andata della Regular Season. Grande gruppo il nostro, in cui questo importante obiettivo finale è stato centrato grazie allo straordinario impegno profuso da dirigenti, tecnici ed atleti, ognuno  nell'ossequioso e responsabile rispetto del proprio ruolo e di quello altrui. Ora testa alla gara 1 della semifinale play off di mercoledì 12 maggio in cui incontreremo in casa il fortissimo Brescia, per tentare una missione impossibile: abbiamo portato la città di Palermo e l'intera Sicilia fra le prime tre squadre d'Italia e vogliamo confermare questo standard anche ai play off Scudetto. Soddisfatti quindi, ma ancora non totalmente appagati…»
 
Semifinale 1 (ore 19 del 4/5 – diretta su Rai Sport e Rai Sport HD)
Pro Recco vs TeLiMar (12-5)
I padroni di casa hanno il giusto approccio al match e, seppur sempre riagganciati, riescono per ben 4 volte a bucare la porta difesa da Bijac. Sul finale del secondo tempo, però, inizia a venir fuori la forza dei Campioni d’Italia in carica, che due volte su uomo in più si portano sul 6-4. La seconda metà della partita vede il Recco allungare sul 9-4, completando un break di 5-0 che scava il solco. Il goal di Migliaccio dalla distanza chiude il terzo tempo sul 9-5. Nell’ultimo quarto, i ragazzi allenati da Baldineti resistono il più possibile, ma sprecano qualche occasione in attacco e la semifinale si chiude sul 12-5.
Parziali: 2-2; 4-2; 3-1; 3-0.
Superiorità: Recco 4/12 + rigore; TeLiMar 3/8 + rigore.
Il Tabellino
Pro Recco: Bijac, Di Fulvio, Mandic 1, Figlioli 1, Younger 1, Velotto, Presciutti 1, Echenique 3, Ivovic 3 (1 su rig.), Figari 1, Aicardi, Luongo 1, Negri – Allenatore: Gabriel Hernandez
TeLiMar: Nicosia, Del Basso, Galioto, Di Patti, Occhione, Vlahovic 2 (1 su rig.), Fabiano, Marziali 2, Lo Cascio, Damonte, Lo Dico, Migliaccio 1, Washburn - Allenatore: Marco Baldineti
Arbitri: Raffaele Colombo, di Como, e Marco Ercoli, di Fermo – Giudice Arbitro: Massimiliano Caputi, di Roma.
 
Semifinale 2 (ore 20,45 del 4/5 – diretta su Rai Sport e Rai Sport HD)
AN Brescia vs CC Ortigia (17-8)
Parziali: 7-2; 3-2; 3-2; 4-2.
Superiorità: AN Brescia 7/8 + 1 rigore, Ortigia 3/5.
 
Finale per il terzo posto (ore 16 del 5/5 – diretta su Waterpolo Channel)
TeLiMar vs CC Ortigia (13-12 ai rigori)
Parziali: 1-1; 5-2; 1-5; 1-0.
Superiorità: TeLiMar 3/10 + 2 rigori; Ortigia 3/7 + 2 rigori.
Usciti per limite di falli Rocchi (Ortigia) e Galioto (TeLiMar) nel terzo tempo, Condemi (Ortigia) nel quarto tempo. Espulsi per scorrettezza nel quarto tempo: Giacoppo (Ortigia) e Marziali (TeLiMar), Mirarchi (Ortigia) e Occhione (TeLiMar)
Il Tabellino
TeLiMar: Nicosia, Del Basso 1 (su rig.), Galioto, Di Patti, Occhione 1, Vlahovic 2 (1 su rig.), Fabiano, Marziali, Lo Cascio, Damonte 3, Lo Dico, Migliaccio 1, Washburn - Allenatore: Marco Baldineti
Ortigia: Tempesti, Cassia, Condemi, Rocchi, Di Luciano 2, Ferrero, Giacoppo 2, Gallo 1 (su rig.), Mirarchi 1, Rossi, Vidovic 1 (su rig.), Napolitano 1, Piccionetti – Tecnico sul piano vasca: Martino Abela
Rigori: Napolitano gol, Vlahovic gol, Rossi gol, Migliaccio gol, Gallo gol, Damonte gol, Ferrero palo, Lo Cascio parata, Vidovic parato, Del Basso parato, Napolitano gol, Vlahovic gol, Rossi parata, Migliaccio gol

Finale primo posto (ore 19 del 5/5 - diretta Rai Sport HD)
Pro Recco vs AN Brescia 11-9
Parziali: 5-1; 4-2; 1-2; 1-5.

 

Il TeLiMar Palermo si impone di misura 9-8 contro la De Akker di Bologna

Il TeLiMar pallanuoto espugna la Longo di Bologna: contro la De Akker finisce 9-8

Marcello Giliberti, presidente TeLiMar: «Al termine di un match durissimo portiamo a casa questi meritatissimi tre punti, che ci lanciano al quarto posto in classifica». Conquista tre punti fondamentali il TeLiMar nella prima giornata del round Scudetto di A1. Alla piscina Carmen Longo di Bologna, contro la De Akker finisce 9-8 un match molto fisico e inizialmente equilibrato. I padroni di casa provano lo strappo nel secondo tempo. Un leggero calo dei felsinei, ma soprattutto la reazione del Club dell’Addaura permettono... Continua

Minacce di morte al senatore messinese Germanà, solidarietà AGCI Sicilia

Il senatore Nino Germanà

«Nell’apprendere delle minacce di morte indirizzate via social media al senatore Nino Germanà per il suo impegno politico in favore della realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina - dichiara Michele Cappadona, presidente dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane - manifesto il mio personale sdegno e la piena solidarietà a nome di AGCI Sicilia. Siamo certi che il senatore Germanà non si farà intimidire da questo e da analoghi vili attacchi, respinti dall’interessato e dall’intera società civile. Auspichiamo anzi un sempre... Continua

Pesca e acquacoltura. Basciano, AGCI: «Settore in gravi difficoltà, governo Sicilia approva 116 mln programma Feampa, associazioni non consultate»

Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, la Pesca e l’Acquacoltura 2021-2027 (Feampa)

Annunciato l’inizio dell’operatività in Sicilia del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, la Pesca e l’Acquacoltura 2021-2027 (Feampa), che comprende una serie di interventi per il settore, in parte gestiti centralmente dal ministero (MASAF) ed in parte dalle regioni. Il ministero tra l’altro gestirà il ritiro definitivo di chi deciderà di rottamare l’imbarcazione e consegnare la licenza di pesca. Sostenere l’economia blu e stimolare attività di pesca e acquacoltura innovative e sostenibili sono alcuni degli obiettivi del Programma nazionale del Feampa 2021-2027... Continua