acquacoltura

Con un emendamento approvato nella serata di ieri in commissione Bilancio alla Camera si è finalmente posto fine ad una stortura prodotta con il decreto legge 104 dell’agosto scorso.

“Un risultato inseguito da circa un anno e che consente di bloccare l’aumento di 7 volte dei livelli minimi dei canoni demaniali per le attività di pesca e acquacoltura.
Una vera assurdità in un momento di grave crisi economica per tutte le imprese, comprese quella della filiera ittica”, dichiara con soddisfazione Alleanza Cooperative Pesca, sigla che comprende i settori delle tre centrali AGCI, Confcooperative e Legacoop. "Non resta adesso che attendere la conversione in legge e la successiva pubblicazione in gazzetta ufficiale".

La Sicilia è regione a statuto speciale, ci si aspetta quindi che i canoni demaniali non siano superiori a quelli nazionali, semmai meno onerosi in coerenza con la necessità di sostenere la ripresa economica post-covid.

 

 

Ccnl lavoratori cooperative sociali: le nuove tabelle ministeriali con il costo orario medio

Marina Calderone, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Cooperative sociali. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato, in data 14 giugno 2024, il Decreto n. 30/2024, concernente la determinazione del costo medio orario del lavoro per i lavoratori delle cooperative del settore socio-sanitario-assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo, a seguito di rinnovo del CCNL, con decorrenza dai mesi di febbraio 2024, ottobre 2024, gennaio 2025, settembre 2025, ottobre 2025 e gennaio 2026. Il costo del lavoro è suscettibile di oscillazioni in relazione: a) ad eventuali benefici previsti da... Continua

Siccità, pubblicato bando da 10 milioni per il "voucher foraggi" e per l'albo fornitori

Pubblicato il decreto regionale che dà il via all'assegnazione dei "voucher foraggi" per gli allevatori siciliani e alla formazione di un albo fornitori. Dopo l'approvazione in Commissione Attività produttive dell'Ars si passa adesso alla fase attuativa del provvedimento voluto dal presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, che stanzia 10 milioni di euro per fronteggiare i danni causati al settore dalla carenza idrica.  Il contributo sarà erogato, sino a esaurimento delle risorse, attraverso l’emissione di un “buono” utilizzabile per l'acquisto di foraggi presso fornitori... Continua

Irfis, due bandi per finanziare start-up della filiera del grano e della viticoltura in Sicilia


Viti e grano

Finanziamenti per un importo massimo di 250 mila euro, compreso un eventuale contributo a fondo perduto del 20%. La procedura è a sportello: le istanze verranno valutate in ordine cronologico di presentazione. Una dotazione complessiva di un milione di euro, a valere sul Fondo Sicilia, per finanziare le start-up che realizzano prodotti di grano duro e di grani antichi siciliani o che producono uve da vitigni “reliquia”. L’accesso alle agevolazioni al credito destinate alle imprese attive in questi due ambiti è... Continua