Mimmo Turano

Le domande di contributo, fino a 60.000 euro, possono essere presentate a far data dal 10 agosto 2021 fino al 9 settembre 2021.

L’Assessorato Regionale alle Attività Produttive, in coerenza con gli ambiti tematici della Smart Specialisation Strategy - S3 Sicilia (Strategia Regionale dell’innovazione per la specializzazione intelligente) e con le linee di indirizzo strategico del PRINT (Programma regionale per l’internazionalizzazione), intende sostenere le iniziative promozionali che favoriscano lo sviluppo dei sistemi produttivi locali e delle MPMI che promuovono e valorizzano i prodotti siciliani al fine di migliorare la competitività dei sistemi territoriali con particolare riferimento all’agroalimentare tipico e di qualità, all’artigianato (manufatturiero di qualità ed innovativo, artistico e di tradizione), lapideo, moda e economia del mare (con particolare riferimento ai prodotti trasformati ittici del pescato siciliano e loro processi di lavorazione e trasformazione ed attività connesse ed al settore della nautica).

Le agevolazioni sono concesse in osservanza alle condizioni prescritte per gli aiuti di importanza minore “de minimis”. Per le imprese operanti nel settore della comunicazione e del marketing di cui alla lettera c) dell’art. 6 dell’avviso, l’aiuto concesso verrà registrato nel registro nazionale aiuti di Stato (RNA). Non sono soggetti al controllo sugli aiuti di Stato le Associazioni di Categoria e gli Enti e Associazioni Onlus di cui alle lettere a) e b) dell’art. 6 che non svolgono attività economica oppure in altri casi particolari.

Possono beneficare del contributo pubblico previsto dal presente avviso: a) Le rappresentanze regionali delle Associazioni di Categoria del tessuto produttivo siciliano del mondo delle cooperative, dell’artigianato e del commercio riconosciute a livello nazionale; b) gli Enti privati e Associazioni senza scopo di lucro; c) le imprese operanti nel settore della comunicazione e del marketing.

La dotazione finanziaria complessivamente stanziata con il presente avviso ammonta a € 1.700.000 ed è così suddivisa: € 350.000 a favore delle rappresentanze regionali delle Associazioni di Categoria del tessuto produttivo siciliano del mondo delle cooperative, dell’artigianato e del commercio riconosciute a livello nazionale; € 1.000.000,00 a favore di Enti privati ed Associazioni senza scopo di lucro; € 350.000,00 a favore delle imprese operanti nel settore della comunicazione e del marketing.

I progetti di promozione e valorizzazione potranno includere una o più inizative di seguito indicate: a) organizzazione di eventi di promozione e valorizzazione di prodotti e/o processi produttivi a favore delle MPMI siciliane con sede operativa in Sicilia; b) organizzazione - partecipazione a fiere in ambito nazionale finalizzate esclusivamente alla promozione dei sistemi culturali e produttivi del territorio regionale; c) organizzazione - partecipazione a mostre/mercato in ambito nazionale finalizzate esclusivamente alla promozione dei sistemi culturali e produttivi del territorio regionale; d) organizzazione - partecipazione a esposizioni in ambito nazionale finalizzate esclusivamente alla promozione dei sistemi culturali e produttivi del territorio regionale; e) iniziative pubblicitarie, di comunicazione e promozione.

Per tutte le iniziative ed i soggetti beneficiari di cui all’art. 6 del presente avviso l’intensità dell’aiuto (contributo pubblico) è pari all’100% della spesa ammissibile.

Gli importi di progetto ai quali applicare il contributo del 100% sono così distinti: fino ad € 30.000, IVA inclusa, per tutti i beneficiari di cui alle lettere a), b) e c) dell’art. 6 dell’avviso e tutte le iniziative previste all’art. 8 dell’avviso, elevabili fino ad € 60.000, IVA inclusa, sulla base di elementi premiali.

Le domande pervenute entro i termini previsti dal presente avviso saranno con procedura valutativa "a sportello".

Il Servizio 4S. “ Internazionalizzazione, Attività promozionale e PRINT” procede, nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione, all’istruttoria. Ove le disponibilità finanziarie siano insufficienti rispetto alle domande presentate, la concessione del contributo pubblico a fondo perduto è predisposta secondo ordine cronologico.

Le domande, a pena di esclusione, possono essere presentate a far data dal 10/08/2021 fino al 9/09/2021.

Maggiori informazioni

 

Furto di vino cantine Colomba Bianca, Cappadona: “Attraverso il presidente Dino Taschetta la massima solidarietà AGCI a tutti i cooperatori”

  “Apprendiamo di un nuovo furto a Campobello di Mazara ad una delle cantine associate Colomba Bianca, eccellenza tra i produttori di vino in Sicilia. Un gesto criminoso che ci rattrista. Voglio manifestare, attraverso il presidente Dino Taschetta, la mia personale vicinanza e solidarietà ai cooperatori colpiti”, dichiara Michele Cappadona, presidente Associazione Generale delle Cooperative Italiane-AGCI Sicilia. Furto di vino, la notte scorsa, nella sede di produzione della cantina “Colomba Bianca” in via Selinunte a Campobello di Mazara. Ignoti si sono... Continua

Fondo imprese creative, al via le domande online sul sito Invitalia

Al via a giugno il Fondo imprese creative, l’incentivo nazionale che finanzia i progetti nel settore culturale e creativo proposti da micro, piccole e medie imprese, nuove o già avviate. Il Fondo è promosso dal Ministero dello Sviluppo economico, insieme al Ministero della Cultura. La gestione è affidata a Invitalia. La dotazione finanziaria è di 26,8 milioni di euro.La misura favorisce gli investimenti fino a 500.000 euro in attività culturali e artistiche, anche relativi al settore audiovisivo (tv, cinema e contenuti... Continua

Incentivi alle imprese, Invitalia apre sportello in convenzione con Città Metropolitana di Palermo. Per le cooperative attivi dal 2018 gli sportelli AGCI Palermo, Catania e Messina

La finalità dello Sportello è quella di accompagnare gli utenti alla realizzazione di nuove idee progettuali che valorizzano il tessuto imprenditoriale e culturale del territorio metropolitano. "Solo per fare un esempio, Resto al Sud in 4 anni ha significato, 390 milioni di investimenti Invitalia che hanno generato 993 milioni direttamente attraverso il reddito delle imprese. Queste misure promuovono la riduzione dei sussidi di disoccupazione, il gettito fiscale per il lavoro dipendente e il reddito di impresa", ha sottolineato Domenico Arcuri Amministratore... Continua