Telimar Andrija Basic 2021

Vola il TeLiMar Palermo nella partita disputata alla Piscina del Foro Italico di Roma, nell’undicesima giornata del Campionato di pallanuoto di Serie A1. Contro la Lazio Nuoto, ferma all’ultimo posto in classifica con 1 punto, finisce 20-6.

Con un break di 0-10 nei primi due tempi, il Club dell’Addaura mette al sicuro il risultato, ma il gruppo resta focalizzato sull’incontro, dimostrando la maturità che si aspettava coach Baldineti da parte di tutti e tredici i convocati. Adesso, ultimo appuntamento dell’anno sabato prossimo in casa contro lo storico Circolo Nautico Posillipo, per chiudere in bellezza il 2021 in vista dei delicati impegni di LEN Euro Cup, Coppa Italia e Campionato dell’inizio del prossimo anno.

LA CRONACA DELLA PARTITA
Alla prima azione di gioco, Vlahovic fa centro sbloccando il risultato. Su assist dello stesso croato, in controfuga è Lo Dico a raddoppiare. E a 2’ dalla palla al centro il TeLiMar va sul +3 con un tiro dalla distanza di Basic, che poco dopo fa doppietta con un tiro a schizzo per lo 0-4. Mentre i palermitani gestiscono alla perfezione la fase difensiva, è Del Basso ad allungare ancora, approfittando di un uomo in più.
Prosegue il ritmo martellante del Club dell’Addaura, che con Basic va sullo 0-6, con Irving trasforma un rigore e con Fabiano e nuovamente Basic va sullo 0-9. Il secondo tempo si chiude con la rete di Vlahovic in ripartenza dopo aver recuperato palla in situazione di inferiorità e con il goal su uomo in più da parte di Caponero per l’1-10.
La seconda metà del match vede il TeLiMar restare concentrato: Vlahovic a uomini pari, Occhione su uomo in più su schema concordato con Baldineti durante il time out e Del Basso che beffa Rossa per portare gli ospiti sull’1-13. Poi, l’acuto di Augusti a cui ribatte Basic col suo pokerissimo di giornata. Il terzo tempo si chiude con il goal di Giliberti su uomo in più per il 2-15.
Spazio anche per De Totero in porta al posto di un perfetto Nicosia. Negli ultimi 8 minuti di gioco, rete di Ferrante in più, ma rispondono gli uomini di Baldineti che tengono alta ancora la concentrazione e dilagano con Del Basso e Basic, entrambi in superiorità. Doppietta personale per Ferrante, di nuovo su uomo in più per il 4-17. Settimo sigillo per Basic, che su uomo in più firma il 4-18. Poi, Giliberti, Caponero e Occhione a uomini pari. Quasi sulla sirena il tiro di Augusti deviato, che beffa un incolpevole De Totero per il definitivo 6-20.
Usciti per limite di falli Marini (Lazio) nel terzo tempo e Irving (TeLiMar) nel quarto tempo.

«Oggi, così come nell’ultimo periodo, ho visto una bella squadra – afferma con convinzione l’allenatore Gu Baldineti -. Siamo stati fluidi nel gioco, molto convincenti sia in fase offensiva che in fase difensiva, con una buona manovra sia su uomo in più che su uomo in meno. Segno che il duro lavoro sta pagando – dice il tecnico ligure -. Contro la Lazio era facile solo sulla carta, perché in queste partite in cui l’avversario non ha nulla da perdere il passato ci ha dimostrato che nulla è scritto. Invece, mi sto proprio divertendo». Soddisfatto Baldineti, che vede, però, ancora margini di miglioramento, un lavoro di lima che lo vedrà impegnato con la squadra «in tutte le situazioni, ma queste ultime due vittorie ci gasano ancora di più, ci permettono di convincerci sempre di più dei nostri mezzi e delle grandi cose che possiamo fare insieme».  

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Il risultato rispecchia i valori espressi in acqua. Abbiamo giocato una partita perfetta, iniziando ad accorciare la nostra alta classifica, puntando ora con le ultime due partite del girone di andata a girare fra le prime quattro. Minutaggio notevole per i nostri giovanissimi Fabiano e De Totero, che hanno ben figurato. Ora testa al Posillipo sabato prossimo in casa, dove l'approccio dovrà essere uguale a quello di oggi, in modo da poter trascorrere le vacanze natalizie con la coscienza a posto, sempre più in alto in classifica».
 
Parziali: 0-5; 1-5; 1-5; 4-5.
Superiorità: Lazio 5/13; TeLiMar 6/8 +1 rigore.
 
Il Tabellino
S.S. Lazio Nuoto: Rossa, Ferrante 2, Vitale D., Gambin, Vitale A., Marini, Caponero 2, Paskovic, Leporale, Augusti 2, Checchini, Nenni, Serra – Allenatore: Claudio Sebastianutti
TeLiMar: Nicosia, Del Basso 3, Turchini, Fabiano 1, Occhione 2, Vlahovic 3, Giliberti 2, Marziali, Lo Cascio, Irving 1 (su rig.), Lo Dico 1, Basic 7, De Totero - Allenatore: Marco Gu Baldineti
 Arbitri: Alessia Ferrari, di Genova, e Luca Castagnola, di Roma - Delegato: Filippo Rotunno.

 

Furto di vino cantine Colomba Bianca, Cappadona: “Attraverso il presidente Dino Taschetta la massima solidarietà AGCI a tutti i cooperatori”

  “Apprendiamo di un nuovo furto a Campobello di Mazara ad una delle cantine associate Colomba Bianca, eccellenza tra i produttori di vino in Sicilia. Un gesto criminoso che ci rattrista. Voglio manifestare, attraverso il presidente Dino Taschetta, la mia personale vicinanza e solidarietà ai cooperatori colpiti”, dichiara Michele Cappadona, presidente Associazione Generale delle Cooperative Italiane-AGCI Sicilia. Furto di vino, la notte scorsa, nella sede di produzione della cantina “Colomba Bianca” in via Selinunte a Campobello di Mazara. Ignoti si sono... Continua

Fondo imprese creative, al via le domande online sul sito Invitalia

Al via a giugno il Fondo imprese creative, l’incentivo nazionale che finanzia i progetti nel settore culturale e creativo proposti da micro, piccole e medie imprese, nuove o già avviate. Il Fondo è promosso dal Ministero dello Sviluppo economico, insieme al Ministero della Cultura. La gestione è affidata a Invitalia. La dotazione finanziaria è di 26,8 milioni di euro.La misura favorisce gli investimenti fino a 500.000 euro in attività culturali e artistiche, anche relativi al settore audiovisivo (tv, cinema e contenuti... Continua

Incentivi alle imprese, Invitalia apre sportello in convenzione con Città Metropolitana di Palermo. Per le cooperative attivi dal 2018 gli sportelli AGCI Palermo, Catania e Messina

La finalità dello Sportello è quella di accompagnare gli utenti alla realizzazione di nuove idee progettuali che valorizzano il tessuto imprenditoriale e culturale del territorio metropolitano. "Solo per fare un esempio, Resto al Sud in 4 anni ha significato, 390 milioni di investimenti Invitalia che hanno generato 993 milioni direttamente attraverso il reddito delle imprese. Queste misure promuovono la riduzione dei sussidi di disoccupazione, il gettito fiscale per il lavoro dipendente e il reddito di impresa", ha sottolineato Domenico Arcuri Amministratore... Continua