Premiata Fidimed: Fabio Montesano, Carlo Bonomi, Dario Costanzo e Nino Salerno

Negli ultimi 18 mesi, nel pieno dell’emergenza pandemica da Covid-19, Fidimed, aderente AGCI, intermediario finanziario 106 vigilato da Bankitalia, ha garantito un fondamentale sostegno alla tenuta e al rilancio dell’economia reale erogando in tempi brevi oltre 250 milioni di euro (di cui 200 milioni nel solo 2021) a 1.500 piccole e medie imprese italiane, attraverso “Progetto Easy Plus”, un prestito chirografario fino a 300mila euro concesso in pochi giorni dalla richiesta.

Questo strumento di credito, unico nel suo genere in Italia, è frutto di una partnership tra Fidimed e Banca Progetto, banca digitale specializzata in servizi per le Pmi, e ha contribuito a salvaguardare la solidità e la competitività del sistema produttivo italiano fornendo la necessaria liquidità in modo semplice e veloce ed affermandosi su tutto il territorio nazionale come uno dei prodotti di finanziamento più innovativi del mercato.
Per questo straordinario impegno Fidimed ha ricevuto il premio “Impresa di valore” per la categoria “Competitività” dal presidente nazionale di Confindustria, Carlo Bonomi, nel corso dell’evento “Il valore dell’impresa. L’impresa di valore” organizzato da Confindustria Sicilia presso la Omer di Carini. A ricevere la targa sono stati l’AD Fabio Montesano, il consigliere Nino Salerno e il responsabile Finanza d’impresa, Dario Costanzo.
“Progetto Easy Plus” è nato nel 2020 da un’intuizione di Dario Costanzo, raccolta con entusiasmo dall’AD di Banca Progetto, Paolo Fiorentino.
“Le imprese – spiega Dario Costanzo – sono finanziate attraverso i processi ad alta digitalizzazione di Banca Progetto, ma con l’intervento (nelle fasi più sensibili dell’istruttoria) dei professionisti specializzati di Fidimed, a cui va un particolare ringraziamento per l’incredibile lavoro svolto, secondo la filosofia dell’ ‘artigiano digitale’ cara a Paolo Fiorentino. Un’innovazione che non è sfuggita all’attenzione di Confindustria, che ci ha individuati fra le realtà d’eccellenza nel settore del credito alle imprese”.
“Abbiamo unito – aggiunge Fabio Montesano – la capacità di Fidimed di intercettare e soddisfare le esigenze delle imprese e l’esperienza digitale di Banca Progetto; la formula ha dato come risultato tempi brevissimi di risposta. Considerati il gradimento e il successo dell’iniziativa – conclude Montesano – e la crescente ricerca di capitali da parte delle imprese, che sempre più avvertono l’esigenza di crescere e di agganciare la ripresa investendo sulla transizione ecologica e digitale e sull’internazionalizzazione, prevediamo una forte crescita anche nel 2022 con un trend di erogazioni che potrà proseguire ad un ritmo analogo se non addirittura più veloce. Grazie a Confindustria per l’impegno profuso quotidianamente al servizio delle imprese e per il prestigioso riconoscimento a noi assegnato”.

 

 

Terzo settore Distretto 39 - ASP Palermo: on line manifestazione di interesse per partecipare a Ufficio di Piano e Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale

Tutti i soggetti del Terzo Settore possono manifestare il proprio interesse sino al 25 gennaio 2022 per partecipare all’Ufficio di Piano e alla Rete territoriale per la protezione e inclusione sociale del Distretto sociosanitario 39, che fa parte dell’ASP 6 di Palermo. 
 Le “Linee guida per la programmazione del Piano di Zona 2021” approvate con D.P. n.574/GAB (GURS n. 33 del 30/07/2021), prevedono che il Comitato dei Sindaci del Distretto 39 che comprende i comuni di Bagheria (capofila) Altavilla Milicia, Casteldaccia, Ficarazzi... Continua

Politiche sociali, Scavone: «Oltre 29 milioni ai Comuni per assistenza verso soggetti in situazione di fragilità» 

Contributi per avviare servizi per la prima infanzia (fascia 0-3 anni), centri di aggregazione per minori nella fascia compresa fra i 4 e i 18 anni, strutture diurne per anziani e persone con limitazioni nell'autonomia o, ancora, consultori familiari e case-famiglia per donne vittime di violenza e in situazione di fragilità. Recuperare edifici pubblici per arricchire i Comuni di servizi per l'infanzia, l'adolescenza e gli anziani, migliorando la qualità della vita e frenando l'esodo dai piccoli centri. È la visione innovativa... Continua

Formazione in azienda, Lagalla: «Altri 14 milioni per la qualificazione professionale di disoccupati e inoccupati». Ammesse anche le imprese a vocazione sociale.

I progetti possano essere congiuntamente proposti dagli enti di formazione professionale e dalle aziende, con l’obiettivo di migliorare la competitività dei processi produttivi aziendali. La partecipazione è estesa ad imprese del terzo settore e nelle attività a vocazione sociale. Particolare attenzione è rivolta alle imprese del settore agroalimentare, manifatturiero, artigianale, edilizio, delle tecnologie dell’informazione e comunicazione, del turismo e dei beni culturali. La nuova edizione dell’Avviso 33, iniziativa promossa dall’assessorato all’Istruzione e Formazione professionale della Regione, finanzia, con 14 milioni di euro... Continua