Francesco Sprio Giovanni Basciano

Il Consiglio di Presidenza dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane, AGCI Sicilia, nella riunione del 13 luglio scorso ha eletto vicepresidenti regionali Franco Sprio (vicario) e Giovanni Basciano, dirigenti di lungo corso della centrale cooperativa.

Le nuove cariche sono state deliberate all’unanimità su proposta del presidente Michele Cappadona, che ha voluto da un lato consolidare l’organismo di vertice in un momento di crescita dell’Associazione ma anche di grande criticità per le imprese, dall’altro dare un riconoscimento formale a dirigenti da sempre impegnati attivamente a tutela delle cooperative aderenti.

«In questi ultimi anni di grave difficoltà», ha commentato il neo vicepresidente vicario Francesco Sprio, «AGCI Sicilia ha moltiplicato il suo impegno verso le cooperative, intensificando il suo ruolo di tutela verso le imprese e di relazione con le istituzioni, le amministrazioni pubbliche e gli interlocutori politici regionali e locali. I nostri sforzi hanno ottenuto risultati tangibili, anche legislativi, che vanno dall’estensione del credito di esercizio IRCAC da 24 a 60 mesi, alla istituzione delle mini strutture di assistenza residenziale Star fino a 8 utenti, alla mobilitazione per la prima volta di tutte le imprese sociali e associazioni del Terzo Settore che forniscono servizi di assistenza per le categorie più fragili al Comune di Palermo, alla istituzione degli incubatori di imprese culturali e creative riconosciuti dalla Regione. Una delle nostre battaglie, che combattiamo da anni e per la quale continueremo a combattere, è la riduzione del costo revisionale delle società cooperative. Nell’assumere il mio nuovo ruolo, trovo doveroso ringraziare il presidente Michele Cappadona non solo per la fiducia a me dimostrata, ma per le politiche fin qui perseguite dall’Associazione sotto la sua guida, con costante determinazione.»

«Ritengo che il difficile momento internazionale, aggravato dalle incertezze politiche nazionali ben note, chiami tutti noi alla massima responsabilità nei confronti dell’importante ed esteso sistema cooperativo di AGCI Sicilia», ha dichiarato il vicepresidente Giovanni Basciano. «Dal settore agroalimentare, alla logistica, alla produzione e lavoro, al sociale: oggi più che mai occorre “stare sul pezzo” dando il massimo di assistenza alle nostre imprese associate e, laddove possibile, contribuendo al loro sviluppo ed alla affermazione dell’importanza del lavoro cooperativo. Sono le ragioni che mi hanno indotto ad accettare quest’altro impegnativo incarico che la presidenza regionale ha voluto affidarmi, e ringrazio il Presidente Cappadona per la fiducia accordata».

Siccità Sicilia. Cartabellotta emana la prima ordinanza di semplificazione per superare crisi ed emergenza idrica

Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta

Interventi di contrasto alla siccità, emanate le prime norme per snellire le procedure. Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta ha firmato la sua prima ordinanza che mira a semplificare l'iter burocratico per le aziende, consentendo loro di accedere più facilmente alle risorse idriche necessarie alle attività produttive, nel rispetto dell’ambiente. Più precisamente, l’ordinanza commissariale n. 1 del 10 aprile 2024 deroga, per il periodo necessario al superamento della criticità idrica, alle prescrizioni contenute nel decreto del... Continua

Impianti sportivi, Comune di Palermo approva progetto PRUSST Telimar. Due nuove piscine per il nuoto di ogni età e attività agonistiche internazionali

Dopo 18 anni il Consiglio Comunale di Palermo approva il progetto definitivo di potenziamento del TELIMAR, che prevede nell’area di proprietà della struttura di sport nautici dell’Addaura la realizzazione di una piscina semi-olimpionica da 25 metri x 16,5 ed un’altra vasca di ambientamento da 6 metri x 16.5. Obiettivo è promuovere gli sport del nuoto nel territorio cittadino, organizzando corsi gratuiti a favore di bambini, di anziani e di soggetti diversamente abili, potenziare l’attività agonistica nazionale ed internazionale e avviare iniziative... Continua

Ocm vino 2024-2025, 8 milioni di euro a bando, contributi fino al 50% per investimenti delle cantine siciliane

Aiuti destinati a micro, piccole e medie imprese che producono vino: sono circa 300 le cantine siciliane potenzialmente interessate agli aiuti, secondo il dipartimento regionale Agricoltura. Pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana il bando della campagna 2024-2025 per le imprese del settore vinicolo. La dotazione finanziaria è di 8 milioni di euro, a valere sulle risorse comunitarie. L'aiuto massimo previsto è pari al 50% dei costi d'investimento ammissibili rispetto al progetto approvato. «Bene l’avviso per i contributi alle cantine siciliane» -... Continua