Francesco Sprio Giovanni Basciano

Il Consiglio di Presidenza dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane, AGCI Sicilia, nella riunione del 13 luglio scorso ha eletto vicepresidenti regionali Franco Sprio (vicario) e Giovanni Basciano, dirigenti di lungo corso della centrale cooperativa.

Le nuove cariche sono state deliberate all’unanimità su proposta del presidente Michele Cappadona, che ha voluto da un lato consolidare l’organismo di vertice in un momento di crescita dell’Associazione ma anche di grande criticità per le imprese, dall’altro dare un riconoscimento formale a dirigenti da sempre impegnati attivamente a tutela delle cooperative aderenti.

«In questi ultimi anni di grave difficoltà», ha commentato il neo vicepresidente vicario Francesco Sprio, «AGCI Sicilia ha moltiplicato il suo impegno verso le cooperative, intensificando il suo ruolo di tutela verso le imprese e di relazione con le istituzioni, le amministrazioni pubbliche e gli interlocutori politici regionali e locali. I nostri sforzi hanno ottenuto risultati tangibili, anche legislativi, che vanno dall’estensione del credito di esercizio IRCAC da 24 a 60 mesi, alla istituzione delle mini strutture di assistenza residenziale Star fino a 8 utenti, alla mobilitazione per la prima volta di tutte le imprese sociali e associazioni del Terzo Settore che forniscono servizi di assistenza per le categorie più fragili al Comune di Palermo, alla istituzione degli incubatori di imprese culturali e creative riconosciuti dalla Regione. Una delle nostre battaglie, che combattiamo da anni e per la quale continueremo a combattere, è la riduzione del costo revisionale delle società cooperative. Nell’assumere il mio nuovo ruolo, trovo doveroso ringraziare il presidente Michele Cappadona non solo per la fiducia a me dimostrata, ma per le politiche fin qui perseguite dall’Associazione sotto la sua guida, con costante determinazione.»

«Ritengo che il difficile momento internazionale, aggravato dalle incertezze politiche nazionali ben note, chiami tutti noi alla massima responsabilità nei confronti dell’importante ed esteso sistema cooperativo di AGCI Sicilia», ha dichiarato il vicepresidente Giovanni Basciano. «Dal settore agroalimentare, alla logistica, alla produzione e lavoro, al sociale: oggi più che mai occorre “stare sul pezzo” dando il massimo di assistenza alle nostre imprese associate e, laddove possibile, contribuendo al loro sviluppo ed alla affermazione dell’importanza del lavoro cooperativo. Sono le ragioni che mi hanno indotto ad accettare quest’altro impegnativo incarico che la presidenza regionale ha voluto affidarmi, e ringrazio il Presidente Cappadona per la fiducia accordata».

Pallanuoto. TeLiMar Palermo batte a Napoli il Posillipo 13-7 nella 3ª giornata di A1

Giliberti, presidente TeLiMar: «Meritata vittoria con risultato mai in discussione. Benissimo sia in difesa che in attacco, con ritmi di gioco sostenuti. Se ora la Piscina Olimpica Comunale di Palermo garantirà apertura continua, avremo modo di lavorare per bene nel prosieguo di Campionato». A Napoli è tempo di riscatto per il TeLiMar Palermo, che nella terza giornata del Campionato di A1 batte il Circolo Nautico Posillipo 13-7. Avvio del match prorompente per il Club dell’Addaura che va subito sul +5. Da lì in avanti, con una perfetta... Continua

Cordoglio nel mondo della cooperazione siciliana per la morte di Pino Occhipinti

È morto stamattina a Scicli, dopo una malattia durata alcuni mesi, Pino Occhipinti, vicepresidente vicario Legacoop Sicilia, di cui è stato anche presidente provinciale di Ragusa e del settore agroalimentare regionale. “Con viva commozione mi unisco al cordoglio del mondo della cooperazione siciliana per la scomparsa dell’amico Pino Occhipinti, a cui mi sento legato da una lunga frequentazione in tantissime occasioni in cui ho avuto modo di apprezzare l’impegno di rappresentanza, anche politica”, dice Michele Cappadona, presidente regionale dell’Associazione Generale delle... Continua

Attività culturali e creative, dal Pnrr 115 milioni di euro di contributi a fondo perduto per favorire la transizione digitale

Parte il 3 novembre 2022 il nuovo incentivo “Transizione digitale organismi culturali e creativi” (TOCC), per l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore di micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit, operanti nei settori culturali e creativi per favorire l’innovazione e la transizione digitale. L’incentivo può contare su una dotazione finanziaria di 115 milioni di euro prevista dal PNRR. Domande da presentare attraverso Invitalia. L’avviso pubblicato dal ministero della Cultura ha l'obiettivo favorire l’avanzamento... Continua