Telimar Palermo vince contro Quinto Genova Pallanuoto

Grande prova di carattere per il TeLiMar Palermo, che in casa batte l'Iren Genova Quinto 11-4 nella settima giornata del campionato di A1.

Sorpresi all’avvio con il goal su uomo in più degli ospiti, i ragazzi allenati da Baldineti reagiscono subito e già alla fine del primo tempo si portano sul doppio vantaggio. Complice una prestazione pressoché perfetta da parte della difesa guidata da uno strepitoso Jurisic, i palermitani continuano ad allungare, trascinati dai due statunitensi Hooper e Irving. Tre punti preziosi, sia per la classifica, che per la crescita di un gruppo per metà rinnovato. Mercoledì derby in trasferta contro la Nuoto Catania.
 
LA CRONACA
Sbloccano subito gli ospiti in superiorità con Niccolò Gambacciani, con i liguri che per i primi minuti con un pressing alto riescono ad arginare gli attacchi dei siciliani. Nella seconda metà della prima frazione, però, i padroni di casa bucano la difesa avversaria con Hooper. Che fa tripletta poco dopo, le ultime due reti su uomo in più.
Il secondo quarto si apre con il rigore per il TeLiMar, trasformato da Irving per il 4-1. È lo stesso californiano a segnare il 5-1 a uomini pari. Molina accorcia le distanze, ma ribatte Lo Dico in extra player. Partita che sembra ancora aperta, con il Quinto che guadagna e trasforma un tiro dai cinque metri con Mijuskovic per il 6-3. Giorgetti in più mette le cose in chiaro, con il 7-3 che chiude la metà del match.
Al rientro dall’intervallo lungo, pochi goal, ma tanto spettacolo. Mijuskovic per il 7-4. Il TeLiMar, però allunga di nuovo con Occhione su uomo in più e con Irving al termine di una bella azione in controfuga per il 9-4.
Ultimi otto minuti di gioco a senso unico, con il Club dell’Addaura che va in doppia cifra con Hooper su rigore. Irving lasciato, poi, tutto solo firma l’11-4 definitivo.
 
Grande prestazione per l’estremo difensore del TeLiMar, Egon Jurisic: «Il Quinto è una squadra tosta, che sta lottando insieme a noi per conquistare un posto in Europa. Era importante la vittoria. Ma, soprattutto, era fondamentale fare una bella prestazione. Ho fatto il mio, ma la difesa mi ha aiutato tanto. Fare una buona partita in casa era molto importante per noi per prendere un po’ di fiducia. Penso che stiamo evolvendo, stiamo iniziando a giocare meglio. Serviva un po’ di tempo. Siamo una squadra nuova, con sei nuovi innesti – dice, proiettandosi già verso la sfida di mercoledì -. Un derby è sempre un derby. Io ho giocato un anno a Catania. So che è un campo molto difficile, con una piscina difficile in cui giocare. Da qui a Natale abbiamo tre partite e dobbiamo cercare di fare più punti possibile e, soprattutto, rispettare ogni avversario che affronteremo. Dobbiamo pensare partita, dopo partita».
 
«Era una partita sentita per noi, quella di oggi contro una diretta avversaria - commenta a caldo l’allenatore Gu Baldineti -. Il Quinto è una squadra che si è rinforzata, ma era già forte l'anno scorso. Quindi, per noi è stato importante batterli e staccarli in classifica. Loro al settimo posto, noi siamo sesti, ma 15 punti a 9 il confronto dopo oggi. Inoltre, è stato importante vincere con un’ottima prestazione, specialmente in difesa. Abbiamo preso quattro gol e siamo stati quasi perfetti anche sull’uomo in meno. Una vittoria molto importante, perché ci dà fiducia, ci dà la possibilità di lavorare in maniera un po’ più serena. Perché quando vinci in modo stentato, non giocando bene e con tante cose che non funzionano, ti rimane dentro. Oggi, penso che ognuno dei ragazzi vada a casa pensando di aver fatto bene. Ed è davvero così».
 
Marcello Giliberti, presidente TeLiMar: «Abbiamo sofferto solo i primi due minuti, siamo andati sotto. Poi, siamo stati sempre avanti. Abbiamo condotto bene, abbiamo controllato e abbiamo strameritato questa vittoria, sfoderando un'altra grande prestazione. Il gruppo cresce. Oggi, grande prestazione del portiere, che sta finalmente venendo fuori, aiutato da una difesa davvero granitica. In attacco siamo stati brillanti, esuberanti, per come il nostro coach Baldineti riesce sempre a fare. Grande soddisfazione per questo momento positivo. Stiamo riuscendo finalmente ad andare a regime. I problemi sono non pochi, fra la tribuna dell'impianto ancora senza agibilità e la vasca coperta con discontinuità di funzionalità. Ma siamo riusciti comunque ad allenarci bene, perché non abbiamo dovuto affrontare le trasferte interminabili della prima fase di stagione. Ora, guardiamo avanti con grande ottimismo. Verso la trasferta infrasettimanale. Il derby contro la Nuoto Catania è sempre una partita difficile. Poi, sabato prossimo ci aspetta il big match con la Pallanuoto Trieste in casa. Siamo sul pezzo, stiamo lavorando bene. Quindi, dobbiamo guardare ottimisticamente avanti per proseguire questo percorso importante, col quale stiamo lanciando sempre più Palermo in alto».
 
Campionato di A1 maschile – settima giornata – TeLiMar vs Iren Genova Quinto 11-4
TeLiMar: Jurisic, Del Basso, Vitale, Di Patti, Giorgetti 1, Hooper 4 (1 rig.), Giliberti, Pericas, Lo Cascio, Occhione 1, Lo Dico 1, Irving 4 (1 rig.), Ricciardello – Allenatore: Marco Gu Baldineti
Quinto: Massaro, Gambacciani N. 1, Di Somma, Villa, Molina Rios 1, Ravina, Fracas, Nora, Figari, Mijuskovic 2 (1 rig.), Gitto, Gambacciani J., Valle – Allenatore: Luca Bittarello
Arbitri: Alessandro Severo, di Roma, e Marco Ercoli, di Montelparo (FM) - Delegato: Giovanni Lo Dico
Parziali: 3-1; 4-2; 2-1; 2-0 - Superiorità: TeLiMar 6/10 + 2 rig; Quinto 1/8 + rig.
Note: Uscito per limite di falli Lo Cascio (TeLiMar) nel III tempo – Tribuna inagibile: 100 spettatori autorizzati (tesserati delle giovanili).

Morto a Palermo Mario Pupella, attore e regista, direttore artistico del Teatro Sant’Eugenio

  Il maestro Mario Pupella, apprezzato attore, regista teatrale, direttore artistico del Teatro Sant'Egidio di Palermo, presidente della storica cooperativa Agci "Teatro Europa", ci ha lasciato. “Il nostro direttore Mario Pupella, il nostro faro, nostro amato padre, stanotte ha fatto per tutti il suo ultimo inchino. Applausi papà, fa buon viaggio. Continueremo a renderti onore”. Così hanno annunciato i figli sulla pagina Facebook del Teatro Sant’Eugenio, Pupella debuttò giovanissimo recitando in Enrico IV di Luigi Pirandello, protagonista di diverse opere teatrali di Plauto... Continua

Finanziamenti agricoltura, Sammartino: «Ammodernamento e innovazione, scorrimento graduatorie con nuovo bando Psr»

I progetti finanziabili riguardano nuovi impianti arborei o loro riconversione; sistemazioni idraulico-agrarie; serre e tunnel per colture protette e florovivaismo; strutture per allevamenti; macchine, attrezzi agricoli e attrezzature per trasformazione e commercializzazione dei prodotti; realizzazione di punti vendita aziendali e sale degustazione; opere per l’irrigazione. «Pronti nuovi finanziamenti per l’ammodernamento delle imprese agricole siciliane con fondi del Psr grazie a un avviso che permetterà lo scorrimento delle graduatorie di due precedenti bandi». Ne dà notizia l’assessore regionale all’Agricoltura, Luca Sammartino, annunciando... Continua

Improvvisa morte di Gregory Bongiorno, presidente Sicindustria. Il cordoglio di AGCI Sicilia

È morto ieri per un arresto cardiaco Gregory Bongiorno, presidente di Sicindustria, già presidente di Confindustria Trapani, aveva 47 anni. Sgomento di AGCI Sicilia per l’improvvisa scomparsa dell’imprenditore nella sua abitazione a Castellammare del Golfo. Bongiorno era nato a Palermo l'8 Febbraio del 1975 ed era laureato in Economia aziendale. Dal 2021 guidava Sicindustria, la più grande associazione di territorio del Sistema confindustriale siciliano, che comprende l’ambito provinciale di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Messina, Palermo, Ragusa e Trapani. Lascia la moglie... Continua