giovani imprenditori

Scade il 15 giugno il termine per la domanda di iscrizione alla nuova edizione de corso per "Revisore di società cooperative", figura professionale prevista per gli adempimenti di vigilanza di cui al decreto legislativo n. 220/2002.

“La nuova edizione del nostro corso per revisore - dice Michele Cappadona, presidente dell'Agci Sicilia - consentirà di conseguire un titolo riconosciuto dalla Regione e di essere iscritti direttamente nell'Elenco dei Revisori tenuto presso l'assessorato regionale alle Attività produttive e il ministero delle Imprese e Made In Italy”.

Per l’importanza e la delicatezza del ruolo professionale del Revisore, costituiranno titolo preferenziale per l’ammissione al corso la laurea e l’iscrizione all’Albo come Commercialista o Consulente del lavoro, anche se per legge è sufficiente il solo diploma di scuola media superiore.

Michele Cappadona “Il corso si articolerà in sette weekend a cadenza quindicinale, per una durata complessiva di 90 ore, per una disponibilità di 30 posti - spiega il presidente Cappadona. “È prevista la trattazione di temi di base, iniziando dalla storia della cooperazione e dalle procedure per la costituzione di un'impresa cooperativa. Saranno affrontati specificamente i temi delle normative vigenti in tema di cooperazione, il sistema della vigilanza, le procedure teoriche e pratiche alla base della revisione.

"A conclusione delle lezioni, i partecipanti ammessi dovranno sostenere un esame, la cui commissione sarà presieduta da tre rappresentanti di Agci Sicilia e da due rappresentanti dell'assessorato regionale alle Attività produttive. Superato l'esame e successivamente alla pubblicazione della graduatoria nella Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana, si avrà diritto al tesserino di revisore rilasciato direttamente da Agci Sicilia. Inoltre - conclude Cappadona -, gli aspiranti revisori verranno iscritti all'Elenco regionale tenuto presso l'assessorato regionale alle Attività produttive e anche all'Elenco nazionale del ministero dello Sviluppo economico, acquisendo quindi un titolo riconosciuto da istituzioni sia a livello regionale che nazionale".

Per maggiori informazioni sul corso e sulle modalità di iscrizione si potrà consultare il sito dell'Agci Sicilia www.agcisicilia.it.

La richiesta di iscrizione al corso dovrà essere indirizzata - allegando il proprio curriculum - al Presidente AGCI Sicilia, e inviata via PEC all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 15 giugno 2023.


(Immagine di aleksandarlittlewolf su Freepik)

Siccità Sicilia. Cartabellotta emana la prima ordinanza di semplificazione per superare crisi ed emergenza idrica

Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta

Interventi di contrasto alla siccità, emanate le prime norme per snellire le procedure. Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta ha firmato la sua prima ordinanza che mira a semplificare l'iter burocratico per le aziende, consentendo loro di accedere più facilmente alle risorse idriche necessarie alle attività produttive, nel rispetto dell’ambiente. Più precisamente, l’ordinanza commissariale n. 1 del 10 aprile 2024 deroga, per il periodo necessario al superamento della criticità idrica, alle prescrizioni contenute nel decreto del... Continua

Impianti sportivi, Comune di Palermo approva progetto PRUSST Telimar. Due nuove piscine per il nuoto di ogni età e attività agonistiche internazionali

Dopo 18 anni il Consiglio Comunale di Palermo approva il progetto definitivo di potenziamento del TELIMAR, che prevede nell’area di proprietà della struttura di sport nautici dell’Addaura la realizzazione di una piscina semi-olimpionica da 25 metri x 16,5 ed un’altra vasca di ambientamento da 6 metri x 16.5. Obiettivo è promuovere gli sport del nuoto nel territorio cittadino, organizzando corsi gratuiti a favore di bambini, di anziani e di soggetti diversamente abili, potenziare l’attività agonistica nazionale ed internazionale e avviare iniziative... Continua

Ocm vino 2024-2025, 8 milioni di euro a bando, contributi fino al 50% per investimenti delle cantine siciliane

Aiuti destinati a micro, piccole e medie imprese che producono vino: sono circa 300 le cantine siciliane potenzialmente interessate agli aiuti, secondo il dipartimento regionale Agricoltura. Pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana il bando della campagna 2024-2025 per le imprese del settore vinicolo. La dotazione finanziaria è di 8 milioni di euro, a valere sulle risorse comunitarie. L'aiuto massimo previsto è pari al 50% dei costi d'investimento ammissibili rispetto al progetto approvato. «Bene l’avviso per i contributi alle cantine siciliane» -... Continua