L’attività di vigilanza è uno dei compiti più delicati che l’Associazione Generale delle Cooperative Italiane svolge nei confronti delle proprie aderenti. La revisione deve essere eseguita secondo principi e norme specifiche, sia di carattere etico che tecnico professionali, e per le cooperative è una formalità obbligatoria cui devono sottoporsi almeno una volta ogni due anni.

Giuseppe Gioe edilab e Michele CappadonaLa vigilanza è quindi un’attività che impegna costantemente la nostra Associazione di rappresentanza, secondo le disposizioni del decreto legislativo 2 agosto 2002, n. 220.
Agci Sicilia ha da sempre voluto dedicare la massima attenzione alla qualificazione professionale dei revisori incaricati, al coordinamento dell’attività ispettiva e nel fornire un adeguato supporto di servizi dedicati.
Nel 2014 l’Associazione ha organizzato due corsi, riconosciuti dalla Regione Siciliana, per la formazione di revisori. Ai corsi hanno partecipato 120 professionisti, 60 per la Sicilia occidentale, altrettanti per la Sicilia orientale.
Il passo successivo a questa esperienza, riuscitissima, è stato un costante lavoro di ricerca e sviluppo per mettere a punto un innovativo software gestionale dedicato alle revisioni, fortemente voluto dal presidente regionale Michele Cappadona, e la cui prima release è stata implementata tre anni fa.
Un impegno che si è concretizzato proprio in questi ultimi mesi con la realizzazione di un modernissimo e pratico strumento per i revisori incaricati dall’Agci, che consente loro di usare un applicativo per l’elaborazione della documentazione inerente l’attività ispettiva, il suo costante aggiornamento e l’accesso alla banca dati Agci per l’immediata consultazione e gestione di tutte le informazioni e gli elementi utili e necessari relativi alla singola cooperativa oggetto della specifica attività di vigilanza.

L’applicativo è contenuto in piccolo dispositivo mobile, una pen drive. Il supporto elettronico che consente di gestire l’attività di vigilanza inviando direttamente la revisione all’Agci per via telematica è stato creato dall’ing. Giuseppe Gioè, uno dei soci della Edilab, nostra cooperativa “storica”, aderente all’Associazione sin dalla sua costituzione. Da segnalare che la Edilab ha siglato una convenzione per fornire alle coop associate all’Agci Sicilia servizi hardware e software a particolari condizioni.

“Il successo riscosso dal nuovo sistema telematico di gestione dell’attività di vigilanza”, afferma Michele Cappadona, “è per me motivo di particolare soddisfazione. È il risultato di un intenso lavoro di gruppo, di cui come presidente ho voluto investire ampiamente la dirigenza. È mia intenzione promuovere l’iniziativa coinvolgendo l’intera comunità dell’Agci Sicilia, trattandosi di un ambito di attività centrale e così delicato per l'Associazione. Per questo motivo ho voluto coordinare personalmente i due primi incontri di presentazione della nuova procedura attraverso il modulo web AGE, che si sono svolti a Palermo e a Catania. Da entrambi gli incontri sono emersi spunti di miglioramento per il software stesso, che è in continuo aggiornamento”.

 

Il "territorio riconoscibile", identità e sviluppo: due giorni di open works promossi dal Gal Tirrenico

“Borghi e monti d’amare: tipico tirrenico siciliano”. Un’iniziativa del Gal Tirrenico promuove, nell’ambito del Psr Sicilia. SSLTP: un sistema di sviluppo integrato per un nuovo brand culturale, turistico e produttivo. Il 17 e 18 settembre 2020, nel territorio del GAL Tirrenico, ad Oliveri il 17 e a Furnari il 18, si terranno gli “Open Works”, due giorni di lavori aperti dedicati al territorio, alla sua riconoscibilità, alla sua identità tipicità, ai beni culturali, in definitiva al “Patrimonio Culturale Tipico Tirrenico Siciliano”... Continua

Decreto Rilancio, confidi 106 ancora più “banche”. In Sicilia, Confeserfidi pronto a erogare direttamente 120 mln alle Pmi

Il "Decreto Rilancio", da poco convertito in legge, trasforma di fatto i 32 confidi 106 vigilati da Banca d’Italia in soggetti "bancari" in grado di erogare ingenti finanziamenti diretti alle imprese. ConfeserFidi è già pronto a mettere a disposizione delle Pmi siciliane e italiane 120 mln di euro sotto forma di finanziamenti diretti o di fidejussioni o di acquisto crediti.Un’importante novità per le Pmi che abbiano bisogno di maggiore attenzione, velocità ed efficienza di risposta al bisogno di liquidità rispetto a... Continua

Cooperfidi, Dino Forini nuovo direttore generale del confidi per l’economia cooperativa

Cooperfidi Italia Società Cooperativa, con sede a Bologna, è il consorzio fidi di riferimento dell’economia cooperativa, del no-profit e del settore primario. Il consiglio di amministrazione di Cooperfidi Italia ha deliberato la nomina di Dino Forini a direttore generale che vanta una pluriennale e consolidata esperienza manageriale in ambito bancario maturata presso primari gruppi nazionali (Interbanca, Efibanca, Banco Popolare e Banca Regionale di Sviluppo) oltre a conoscere approfonditamente il sistema della cooperazione per essere stato negli ultimi anni Credit Manager di CCFS –... Continua