Dopo 18 anni il Consiglio Comunale di Palermo approva il progetto definitivo di potenziamento del TELIMAR, che prevede nell’area di proprietà della struttura di sport nautici dell’Addaura la realizzazione di una piscina semi-olimpionica da 25 metri x 16,5 ed un’altra vasca di ambientamento da 6 metri x 16.5.

Obiettivo è promuovere gli sport del nuoto nel territorio cittadino, organizzando corsi gratuiti a favore di bambini, di anziani e di soggetti diversamente abili, potenziare l’attività agonistica nazionale ed internazionale e avviare iniziative turistico-ricettive ospitando con continuità squadre giovanili straniere.  
Il progetto è stato presentato nel 2006 da TELIMAR, cooperativa aderente ad AGCI sin dalla sua costituzione, a valere sul secondo bando “PRUSST-Programmi di riqualificazione urbana e sviluppo sostenibile del territorio”, tra i cui obiettivi ricadono la realizzazione, l'adeguamento e il completamento di attrezzature in grado di promuovere e di orientare occasioni di sviluppo sostenibile sotto il profilo economico, ambientale e sociale, con riguardo ai valori di tutela ambientale e garantendo l'aumento di benessere della collettività e la promozione turistico-ricettiva.

Marcello Giliberti, presidente TeLiMarGrande soddisfazione è stata espressa dal presidente TELIMAR Marcello Giliberti: «Finalmente, dopo 18 interminabili anni in cui abbiamo visto passare più volte ai raggi X da tutti gli Enti competenti il nostro virtuoso PRUSST, abbiamo avuto approvato dal Consiglio Comunale il progetto definitivo, di cui ci riserviamo però di verificare se alcuni emendamenti apportati, rispetto a ciò di cui avevamo discusso nelle ultime audizioni con le competenti commissioni consiliari, mantengano per noi, dal punto di vista finanziario, oltre che delle relative responsabilità a nostro carico, la sostenibilità.

In questo secondo bando PRUSST, Marcello Giliberti sottolinea che «su oltre 110 proponenti, meno di 10 sono riusciti a perfezionare questo lunghissimo iter, relativo a progetti presentati nel lontano 2006. Soltanto la nostra resilienza, di persone provenienti dallo sport agonistico, abituate a resistere e soffrire per riuscire alla fine a consolidare un risultato, ci ha consentito di superare mille ostacoli e difficoltà e, soprattutto, questo enorme lasso di tempo.
In aggiunta alla nostra determinazione, un altro nostro punto di forza è stato che, a differenza di altri progetti che sono diventati in questo ventennio obsoleti, il nostro Progetto è rimasto attuale, anzi forse oggi è ancor più valido rispetto a quando lo avevamo presentato nel lontano 2006, perché va a colmare un vuoto che si è nel tempo consolidato nella impiantistica sportiva cittadina, dotando la nostra Città di un impianto natatorio che prevede la realizzazione nell’area di nostra proprietà di una vasca semi-olimpionica da 25,00 metri x 16,50 ed una vasca di ambientamento da 6,00 metri x 16.50, in aggiunta ai pochi altri impianti palermitani.

Nei confronti dell’Amministrazione Comunale, abbiamo assunto gli importanti impegni di realizzare un’area a verde nel terreno comunale antistante la nostra sede sociale, di realizzare un ampio parcheggio pubblico alberato nell’area antistante di nostra proprietà, e di organizzare dei corsi di nuoto gratuiti a favore di bambini, di anziani e di soggetti diversamente abili.  

Per il resto - continua Giliberti -, la nostra capacità organizzativa e le nostre relazioni ormai consolidate anche in ambito europeo, grazie alla straordinaria attività di vertice che abbiamo sviluppato con la nostra squadra di pallanuoto di Serie A1, ci consentiranno - grazie a questo impianto - di potenziare il movimento natatorio cittadino, partendo dall’attività promozionale di base, attraverso la quale avremo modo di avvicinare alle meravigliose discipline acquatiche tanti piccoli bimbi, seguendone poi nel tempo l’adeguata crescita psico-fisica, dall’attività salutistica per adulti ed anziani, dall’attività paralimpica, ed infine terminando con il potenziamento del nostro vivaio della pallanuoto, così come di quello di altre importanti società natatorie, pallanotistiche e di nuoto sincronizzato cittadine, proiettando così tanti giovani verso una crescente attività agonistica. 
In aggiunta a ciò, creeremo per la Città un importante indotto di carattere turistico, avendo previsto nel Progetto la realizzazione di recettività per una quindicina di persone, in modo da poter ospitare una squadra giovanile straniera per ogni settimana, offrendo loro la possibilità di svolgere allenamenti di qualità con i nostri pari età, oltre che di visitare la nostra stupenda Città, acquistando, come sempre, produzioni enogastronomiche ed artigianali tipiche della nostra meravigliosa terra, splendide colorate sintesi della sua storia.  
Siamo veramente orgogliosi di tutto questo, e ci sentiamo a questo punto in grado di guardare avanti con straordinario ottimismo, basando come sempre i nostri ambiziosi programmi futuri, su un serio, coerente e costante grande impegno quotidiano.

Immaginiamo - conclude il presidente Giliberti -, se tutti gli ormai circoscritti iter amministrativi successivi andranno ‘velocemente’ a buon fine, di poter iniziare i lavori a metà settembre 2025».

 

Siccità Sicilia. Cartabellotta emana la prima ordinanza di semplificazione per superare crisi ed emergenza idrica

Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta

Interventi di contrasto alla siccità, emanate le prime norme per snellire le procedure. Il commissario per l’emergenza idrica in agricoltura e zootecnia, Dario Cartabellotta ha firmato la sua prima ordinanza che mira a semplificare l'iter burocratico per le aziende, consentendo loro di accedere più facilmente alle risorse idriche necessarie alle attività produttive, nel rispetto dell’ambiente. Più precisamente, l’ordinanza commissariale n. 1 del 10 aprile 2024 deroga, per il periodo necessario al superamento della criticità idrica, alle prescrizioni contenute nel decreto del... Continua

Ocm vino 2024-2025, 8 milioni di euro a bando, contributi fino al 50% per investimenti delle cantine siciliane

Aiuti destinati a micro, piccole e medie imprese che producono vino: sono circa 300 le cantine siciliane potenzialmente interessate agli aiuti, secondo il dipartimento regionale Agricoltura. Pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana il bando della campagna 2024-2025 per le imprese del settore vinicolo. La dotazione finanziaria è di 8 milioni di euro, a valere sulle risorse comunitarie. L'aiuto massimo previsto è pari al 50% dei costi d'investimento ammissibili rispetto al progetto approvato. «Bene l’avviso per i contributi alle cantine siciliane» -... Continua

Il TeLiMar Palermo si impone di misura 9-8 contro la De Akker di Bologna

Il TeLiMar pallanuoto espugna la Longo di Bologna: contro la De Akker finisce 9-8

Marcello Giliberti, presidente TeLiMar: «Al termine di un match durissimo portiamo a casa questi meritatissimi tre punti, che ci lanciano al quarto posto in classifica». Pallanuoto. Conquista tre punti fondamentali il TeLiMar nella prima giornata del round Scudetto di A1. Alla piscina Carmen Longo di Bologna, contro la De Akker finisce 9-8 un match molto fisico e inizialmente equilibrato. I padroni di casa provano lo strappo nel secondo tempo. Un leggero calo dei felsinei, ma soprattutto la reazione del Club dell’Addaura... Continua